Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Parris Hyde
:: Parris Hyde - I Killed My Life With A Knife - (Autoprodotto - 2013)
“I Killed My Life With A Knife” è il primo ep di Parris Hyde, cantante chitarrista che ha iniziato la sua carriera nell’86 con i thrasher Bonecrusher e dopo con la sua prima band hard rock Waywarson; oggi con il primo lavoro a suo titolo, dove l’artista milanese si dedica a un sound figlio degli anni ‘80 sulla scia di mostri sacri come Dokken, Whitesnake, Y&T ma con varie influenze del metal teatrale come Wasp, King Diamond e Lizzy Borden.
Bene, chi mi conosce sa benissimo che i nomi su nominati sono miei idoli, quindi il progetto di Parris fa al mio caso! “I Killed…” è composto da 4 tracce, preciso come sia difficile giudicare da queste poche tracce, ma il cantante chitarrista ha le idee ben chiare di quello che vuole realizzare, grazie alla title track, brano veloce, tagliente e molto vicino al sound dei primi Lizzy Borden; per passare al sound più ruffiano di “One World” che ricorda i bei tempi andati dei magnifici Dokken; per passare a un pezzo più di atmosfera come “Alone”, completamente strumentale, e all’ultima traccia, in pratica una versione gothic della title track.
Ora traiamo le conclusioni: chiaramente non riesco a dare un voto per soli tre brani; tutto sommato, da ascoltatore ho gradito queste sonorità, anche se il buon Parris Hyde, di sicuro dotato di grande duttilità musicale, dovrebbe decidere (in chiave di un futuro full length) in quale direzione andare! Personalmente lo vedo più a suo agio nelle sonorità del brano “I Killed…”, dove la sua voce acida e tagliente rende molto di più.
Per il resto è un buon inizio, aspettiamo altro!
Voto: 6,5/10
Antonio Abate

Contact
www.facebook.com/parrishyde
:: Parris Hyde - Mors Tua, Vita Mea - (Freemood Production - 2016)
Parris Hyde è uno dei più controversi è particolari degli artisti del metal di casa nostra; con alle spalle una onorata carriera, il cantante/chitarrista, ormai dedito alla band che ha il suo nome, finalmente pubblica il primo full!
Non mi era per nulla dispiaciuto il primo ep, che ho io stesso ho recensito qualche anno fa, un miscuglio di sonorità fedeli agli dei dello shock metal, come W.A.S.P., Lizzy Borden e un giusto pizzico di King Diamond! In questo “Mors Tua, Vita Mia” il buon vecchio Parris non tradisce quello che aveva in precedentemente iniziato con il primo ep, navigando a vista con suoni cari agli artisti succitati e dando al contempo spazio alla propria personalità, grazie all’ottima scelta di riff di chitarra taglienti e di facile impatto e alla vocina di Parris che si incastona benissimo in quello che vuole esprimere musicalmente.
10 tracce di puro hard’n’heavy, che si barda di sano metallo in King Diamond style specie nei cambi e nelle bellissime staffette di chitarre, quasi a ricordare il lavoro chitarristico di Andy LaRocque & Co. nei dischi del Re di Quadri danese.
La cosa che mi soddisfa di più è trovare comunque un set di canzoni che non hanno mai punti morti, a partire dall’introduzione sinfonica che dà il nome all’album, passando dal trittico 2nd2no1 / I Killed My Wife With A Knife / I Love Shopping, pezzi molto più heavy e di impatto. fino alla magnifica Life On The Line, brano che non avrebbe sfigurato in “Trash” di Alice Cooper!
La produzione fa sì che il disco scorra bene e garantisce, appunto, un facile ascolto; che dire… il caro vecchio Parris ci ha regalato un bel lavoro che di sicuro farà contento chi ama questo filone!
Voto: 7,5/10
Antonio Abate

Contact
www.parrishyde.com
www.facebook.com/parrishyde
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild