Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Ossimoro
:: Ossimoro - Deus - (SG Records – 2010)
Gli Ossimoro sono figli degli anni ’90. È una certezza. E non è certo un male, visto che riprendono uno dei generi più affascinanti di quel decennio, lo stoner rock, per miscelarlo ad elementi di rock italiano e dell’immancabile grunge. La miscela che ne consegue è lontana dall’integralismo sonoro portato avanti da acts come i Mouseblasters o i That’s All Folks!, in quanto alle armonizzazioni tipicamente stoner e sabbathiane si accompagna un sound di chitarra grosso e compatto, e la voce non indulge in quegli effetti lisergici istituzionalizzati dal filone “desertico” di Kyuss & Co. Piuttosto, i testi in italiano e le buone qualità vocali del frontman Francesco Fornara riportano alla mente esperimenti sonori come quello dei Karma. Se questo elemento rende il prodotto più fruibile, le linee vocali sono direzionate a tratti verso sperimentazioni armoniche, a sottolineare l’oscurità dei testi, incentrati sul punto di vista in prima persona e quindi riconducibili alla scuola grunge, ma anche (e qui azzardo un po’) alla tradizione prog dettata dal Banco del Mutuo Soccorso (ok, avevo detto che avrei azzardato. Prendete il riferimento con le dovute pinze…). Altro elemento riconoscibile sono gli inserti di chitarra solista in wah, che danno respiro a brani cadenzati come “Il sole a mezzanotte”, oltre a risultare taglienti in brani come “Sierra” e “Assassino”. Quando la band alza il tiro e preme sull’acceleratore paga il giusto tributo a Metallica e Corrosion of Conformity, come avviene nell’energica opener “Deus Ex Machina” e in “Il culto”, riportando sempre e comunque l’orologio indietro di almeno 15 anni e con una piacevole sensazione di deja-vu, detto per inciso. A voi la scelta per un lavoro forse demodé, ma in grado di suscitare emozioni in modo davvero genuino.
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.myspace.com/ossimoro
www.sgrecords.it
:: Ossimoro - “Corvi nel Cielo Spento” - (Autoproduzione)
Da Roma giunge questo interessante quartetto dedito a sonorità doom e stoner. Un gruppo davvero interessante… Credetemi… Uno degli aspetti più peculiari del gruppo è dovuto al fatto che cantano in italiano. Ciò da un “mood” particolare all’intera economia del disco. Inoltre, la registrazione professionale degli Outer Studios rende ancora più positivo un CD che ha molti punti positivi. Il suono esce, pertanto, sicuro, stabile, con la giusta dinamica e molto dinamico. Il che per gruppi dediti allo stoner è un qualcosa inusuale. Sentitevi la batteria: un mix di tribale e indiano. Semplicemente evocativa la copertina… Their doom is sealed…

www.ossimoro.net

Emanuele Gentile
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild