Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '





Reviews - OssO
:: OssO - OssO - (Subsound Records - 2015)
Senza dubbio, esiste tutta una cerchia di musicisti che, nell\'ipogeo più di nicchia della musica più underground, ma di quella veramente giù, suonata quasi a contatto con l\'incandescente centro del pianeta, riesce nell\'impresa di attingere da qualcosa raggiungibile solo a quelle profondità, dove la materia sonora si fa concreta e instabile. E mi sembra essere proprio il caso di questi OssO, ensemble composto da quattro soggetti strani (Eraldo Bernocchi, musicista non ignoto agli estimatori della sperimentazione estrema, e la line up dei Morkobot, altra realtà radioattiva a lui contingente..) che si dividono tra chitarra, due (2) bassi, batteria e campionamenti a go-go di qualsiasi base, discorso o rumore possa essere utile allo scopo di creare una musica strana, ma davvero strana.

Questo collettivo di gente insana (musicalmente) riesce quindi a estrarre, lavorare, e funzionalizzare quasi ogni elemento della tavola periodica sonora per mezzo di destrutturazioni del concetto di \"brano musicale\", inserti rumoristico-elettronici innestati su basi di batteria vera e digitale, e ritmiche di chitarra lente, pesanti, aliene, cadenzate, dispari, allucinate, schizzate, in pratica voivodiane, in cui si può trovare di tutto: dal Death Metal al Grind, dallo Sludge al Doom, dall\'Industrial al Noise, dal Dub al Cut-Up. Coerentemente, i nostri scelgono di tenere il disco totalmente strumentale, come ulteriore prova dell\'estremismo del progetto.
Il risultato finale è entropia, casualità, disarmonie e dissonanze che vanno a scomporre e ricomporre, riordinare e dis-ordinare quel magma sonoro che gli strumenti (sia analogici che elettronici) vanno a pompare direttamente da quel nocciolo fatto di materia solida nucleare. Fra gli altri pochi dati oggettivi che è possibile definire, vi è la durata media dei 9 pezzi, che si attesta sui quattro minuti circa, fatta eccezione per l\'ultima track, A COCKWORK ORANGE, che è seguita da una ghost track disturbante ed eccentrica come quanto ascoltato fino ad ora nel disco.

Concludendo, dato che nella loro bio gli OssO dicono di aver concepito tutta questa roba in seguito a una grossa mangiata insieme...beh, visti i risultati, spero ritornino presto nello stesso ristorante.
Voto: 8,5
WOLVIE

Contact
www.facebook.com/ossoband?fref=ts
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild