Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Opprobrium
:: Opprobrium - Beyond The Unknown 25 Years Anniversary Edition - (Metal Mind - 2015)
Certi dischi li rincorro da anni. Non sempre perché siano difficili da trovare, semplicemente perché rimando sempre. Uno di questi è Beyond The Unknown degli Opprobrium. Eppure nelle bancarelle dell’usato o nelòel offerte dei mailorder non è mai stato improbabile incrociare una copia di questo piccolo gioello made in Brazil, ma se non fosse intervenuta la Metal Mind Records con la ristampa celebrativa del venticinquesimo anniversario dalla pubblicazione, io starei ancora con un buco imperdonabile nella mia discoteca all’altezza della lettera O. Per i più giovani ricordo come inizialmente il combo si chiamasse Incobus e poi abbia cambiato il nome in quello definitivo nel 1997, la storia dettagliata la trovate nel booklet, ma vi basti sapere che il gruppo è nato nel 1986, ha pubblicato il proprio esordio nel 1988, Serpent Temptation, per arrivare due anni dopo alla stampa di BTU su Nuclear Blast. La lunga pausa successiva costerà ai brasiliani, non solo la perdita del nome a causa della crescit adi fama degli omonimi floridiani, ma anche un sacco di notorietà. Nonostante il buon Discerning Forces, il primo come Opprobrium, ormai il giocattolo s’era rotto e le mode cambiate. BTU verrà poi riproposto dalla NB con la stessa copertina ma con il nuovo monicker, andando ad accrescere la confusione intorno alla band (oltre al cambio di nome, a contribuire al caos generale, c’h pensato una variazione di residenza, facendo diventare la band da brasiliana a statunitense!). Rimanendo sui contenuti del disco, BTU è un piccolo capolavoro di thrash-proto death. Sepultura e Sarcofago avevano indicato la strada, gli Incubus la seguirono mettendoci di loro un maggior appeal statunitense. Se i primi due gruppi citati prendevano la propria ispirazione dal thrash tedesco, gli Incubus fecero valere un gusto tutto americano di scuola Possessed, innovando le tematiche trattate nei testi, inserendo argomenti di stampo cristiano. Otto tracce che fotografano il mondo così com’era venticinque anni fa, che fanno apparire le produzioni di alcuni dischi odierni patetiche come le foto su Istangram. Il tempo non torno indietro. Se volete sentire del truce death primordiale dovete comprare questi dischi, solo così potete immergervi completamente nella magia, e BTU, in questo senso resta uno dei migliori esempi. Non fate il mio stesso errore, ho aspettato colpevolmente troppo tempo prima di entrare in possesso di questo cd!
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/opprobriumofficial
www.metalmind.pl/
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild