Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Ophiura
:: Ophiura - BeMind - (Copro Productions/Casket Music - 2010)
Ed eccoci a parlare degli Ophiura, quintetto di prog/melodic metal della provincia di Ferrara. “BeMind” è il loro secondo album e contiene quattordici tracce che si dipanano in un ampio concept incentrato sulle vicende personali di Christoph Bailey, sindaco dell’immaginaria città di Noliar. Una storia che riprende molti dei principi sulle civiltà utopistiche immaginate da Platone e Campanella, e che personalmente mi ha ricordato molto il celebre serial BBC “Life on Mars”, anche perché gli Ophiura (come avviene per le vicende di Sam Tyler) lasciano il finale aperto a varie interpretazioni, in un’interessante metafora sulla scelta tra il conformismo alla nuda realtà o l’intento di plasmarne una a propria immagine e somiglianza. A livello musicale, il corollario alle vicende narrate è costituito da scelte stilistiche sostanzialmente affini ai Dream Theater di “When Dream And Day Unite” e “Images And Words” (da cui il gruppo mutua l’intento melodico tout court) nonché ai Queensryche e in parte ai Symphony X, ispiratori delle sezioni più oscure dell’album. Un disco che mette immediatamente sul piatto una delle sue carte più efficaci, quella “Picture of the Gods” la cui azzeccatissima melodia nel ritornello modulato si imprime in mente rimandando l’ascoltatore indietro di almeno vent’anni, ai fasti dei già citati primi Dream Theater e Fates Warning, e con un robusto retrogusto maideniano nelle sezioni strumentali. Ad incupire il tutto ci pensano episodi come “Road To Fate”, intermezzo con connotazioni care a Michael Romeo e soci, i cui licks helloweeniani sfociano nelle dissonanze con cui si apre la robusta “Live Again”. Per restare in tema di intermezzi e della loro efficacia, menzione particolare spetta ad “Awakening”, molto ben congegnata e con soluzioni armoniche vicine alle scuole nazionali ottocentesche. Tra i difetti del disco, spicca senz’altro una registrazione non all’altezza delle complesse partiture concepite dagli Ophiura, un fattore che emerge in episodi come “Road To Nowhere”, in cui la pur inquietante linea di pianoforte risente fortemente del missaggio, facendo perdere molto dell’effetto ricercato, o nella terza parte dell’inquietante semisuite “Figures”, che si trascina un po’ stanca (complici le sue soluzioni ritmiche non imperdibili), poco supportata da una chitarra smorzata e dal volume troppo basso. In generale, a livello musicale il disco si apre bene e si chiude in maniera più che degna con il riemergere dei propri leitmotiv in “The Meaning Of Me, The Meaning Of Be” e “Opening Eyes”, e tuttavia presenta alcuni momenti incerti nella parte centrale, a cui appartiene anche “Crossroads”, che vede Michele Luppi ospite di lusso dietro al microfono. Il brano, a parte il roboante incipit, non risulta comunque tra gli episodi di spicco, e a parere dello scrivente non c’è sufficiente contrasto tra la timbrica di Mari e quella di Luppi. Sarà forse perché il frontman degli Ophiura non ha nulla da invidiare al più blasonato singer? È possibile… in generale, ritengo che un po’ di velocità e di “estremizzazione” del suono non avrebbe fatto male all’economia di “BeMind”, arricchendo di sicuro quello che si mostra come caleidoscopio e fucina di più sfaccettature sonore; non ci resta che supportare la band e attendere fiduciosi i loro prossimi contributi compositivi!
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact:
www.ophiuramusic.com
www.facebook.com/ophiura
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild