Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Omid Jazi
:: Omid Jazi - Lenea - (Jestrai Records - 2012)
Nel 2011 lo abbiamo visto e apprezzato sui palchi in giro per l’Italia come quarto elemento dei Verdena durante il sorprendente ed incredibile ‘Wow tour’ , lui è Omid Jazi che sfrutta il magico momento creativo lanciando sul mercato discografico italiano la sua ‘creatura’, il suo primo Ep dall’onirico titolo “Lenea”, 5 brani che aprono il sipario ad un mondo enigmatico e complesso, come annuncia l’immagine in copertina, un rebus di fugure. Da bravo compositore, Omid, descrive in questo disco un sogno o un viaggio dalle chiare sfumature psichedeliche, timidamente intime ma con la grinta e l’urgenza creativa che contraddistingue un po’ tutti i debut album. Ho ascoltato la prima volta “Lenea” in macchina, di ritorno da un lungo ed estenuante viaggio, con “Taglia le paranoie” mi è sembrato subito un mood fresco,in sintonia con il mio stato emotivo, nuovo, piacevole all’ascolto, con l’intrusione di punte di chitarre acide e synth marcati che celano l’ingenuità del pezzo e ricordano molto alcuni vecchi pezzi del CCCP di Ferretti, stesso stile il successivo e ironico pezzo, “La molla di Chaplin”. “Ossiticina” è un taglio netto con l’andazzo positivo della prima parte di Lenea, con questa riuscitissama traccia, Omid, cambia completamente registro armonico, l’atmosfera si fa più rarefatta, raffinata, le chitarre si sporcano e il cantato è più autentico e naturale, credo sia la canzone più autentica e nuda dell’Ep. Segue la scia del cambiamento anche “Pensiero Magico”, un testo appassionato e una voce che timidamente sorprende, la chitarra come in tutti i suoi brani è bellissima e trascinate complice dei synth e della scia psichedelica, una riuscita ballad sperimentale che trascina con sè l’ultima traccia: “Giulietta ha le chiavi”, romantica e oscura allo stesso tempo, intima e coinvolgente… il disco è finito, ne vorremmo ancora..
Voto: 7/10
sara centaro

contatct
www.facebook.com/pages/Omid-Jazi/208800615799779
http://www.jestrai.com/
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild