Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Omid Jazi
:: Omid Jazi - Lenea - (Jestrai Records - 2012)
Nel 2011 lo abbiamo visto e apprezzato sui palchi in giro per l’Italia come quarto elemento dei Verdena durante il sorprendente ed incredibile ‘Wow tour’ , lui è Omid Jazi che sfrutta il magico momento creativo lanciando sul mercato discografico italiano la sua ‘creatura’, il suo primo Ep dall’onirico titolo “Lenea”, 5 brani che aprono il sipario ad un mondo enigmatico e complesso, come annuncia l’immagine in copertina, un rebus di fugure. Da bravo compositore, Omid, descrive in questo disco un sogno o un viaggio dalle chiare sfumature psichedeliche, timidamente intime ma con la grinta e l’urgenza creativa che contraddistingue un po’ tutti i debut album. Ho ascoltato la prima volta “Lenea” in macchina, di ritorno da un lungo ed estenuante viaggio, con “Taglia le paranoie” mi è sembrato subito un mood fresco,in sintonia con il mio stato emotivo, nuovo, piacevole all’ascolto, con l’intrusione di punte di chitarre acide e synth marcati che celano l’ingenuità del pezzo e ricordano molto alcuni vecchi pezzi del CCCP di Ferretti, stesso stile il successivo e ironico pezzo, “La molla di Chaplin”. “Ossiticina” è un taglio netto con l’andazzo positivo della prima parte di Lenea, con questa riuscitissama traccia, Omid, cambia completamente registro armonico, l’atmosfera si fa più rarefatta, raffinata, le chitarre si sporcano e il cantato è più autentico e naturale, credo sia la canzone più autentica e nuda dell’Ep. Segue la scia del cambiamento anche “Pensiero Magico”, un testo appassionato e una voce che timidamente sorprende, la chitarra come in tutti i suoi brani è bellissima e trascinate complice dei synth e della scia psichedelica, una riuscita ballad sperimentale che trascina con sè l’ultima traccia: “Giulietta ha le chiavi”, romantica e oscura allo stesso tempo, intima e coinvolgente… il disco è finito, ne vorremmo ancora..
Voto: 7/10
sara centaro

contatct
www.facebook.com/pages/Omid-Jazi/208800615799779
http://www.jestrai.com/
<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild