Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '

rAW & wILD rOCKFETS 2019



Reviews - Night Gaunt
:: Night Gaunt - Night Gaunt - (Blood Rock Records - 2014 )
Night Gaunt, ovvero Magro Notturno: tipologia di spaventosi demoni-alieni che tormentavano i sogni di un piccolo H. P. Lovecraft; sinonimo di incubo.
Questa giovane band romano-pugliese esordisce con un disco molto equilibrato, compatto e convincente nella propria proposta, ovvero un doom metal ottantiano (quindi sonorità alla Candlemass, Trouble, St. Vitus, Pentagram e altri pilastri del genere..) misto a soluzioni più orientate al proto-death metal (primi Celtic Frost/Hellhammer e Cathedral su tutte) ma che naturalmente comprende i doverosi e ampii riferimenti anche al classico dark sound settantiano.
La struttura dei sette pezzi (la cui durata oscilla dai 4 agli 8 minuti) è molto ben organizzata, e i singoli riffs che si susseguono nelle songs interagiscono fra di loro in maniera molto intelligente, creando un senso di continua oppressione, quella che si prova mentre ci si muove a tentoni in una stanza buia, cercandone disperatamente la via di uscita ma senza trovarla. Buonissimi e ben inseriti nel contesto dei singoli brani gli inserti di accelerazioni di matrice estrema e i rallentamenti di chiara scuola Sabbathiana. A contribuire al buon risultato complessivo vi è la linea vocale, molto ben amalgamata con le melodie di base sulle quali si va a stendere, ma che cambia registro, passando così da chiara, cantilenante e ipnotica ad aggressiva, sporca e scandita. Anche i testi sono ben scritti, e semanticamente riescono ad esprimere molto esplicitamente, nelle intenzioni della band, angoscia, ansia e alienazione di chi è rinchiuso nelle proprie prigioni mentali.
La produzione è in linea con quanto richiesto da un tale genere, ovvero frequenze tagliate e pompate, effettistica scarna, sonorità chiuse, minacciose ed essenziali; anche grazie a questo, praticamente ogni pezzo del disco riesce a fare storia a sé: intrigante il pezzo di apertura Persecution, ossessiva/depressiva Breathless, la sinistra e cadenzata The Church, la strumentale titletrack Night Gaunt, la disperazione mortifera di The Patient, le dissonanze quasi-stoner di Black Velvet e gli otto minuti minuti abbondanti di discesa nel delirio paranoico di Acquiescent Grave.
Riassumendo: un buon prodotto di una buona band che nonostante sia ancora agli inizi dimostra di aver già ampiamente compreso la lezione, e di saperla riproporre in una maniera molto convincente, e che quindi merita di essere tenuta sotto controllo.
Voto: 8/10
WOLVIE

Contact
https://nightgaunt.bandcamp.com/releases
www.facebook.com/bloodrockrecordsitaly
<<< indietro


   
Virtual Time
"Animal Regression"
Coil Commemorate Enslave
"The Unavoidable"
Ibridoma
"City Of Ruins"
Enio Nicolini and the Otron
"Cyberstorm"
Polynove Pole
"On the Edge of the Abyss"
Athlantis
"The Way to Rock’n’Roll"
Scala Mercalli
"Independence"
The Dolly’s Legend
"Wolves’ Songs"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild