Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Neptune
:: Neptune - Acts of Supremacy - (Noisehead Records – 2008)
Cazzo! Potrebbe sembrare che abbia affrontato di proposito l’argomento mitologia nella mia ultima recensione per poter meglio annunciare il primo lavoro dei Neptune, ma è solo una fortuita e fottuta coincidenza. Il gruppo propone un death metal melodico di scuola scandinava, un buon incontro tra In Flames e Dark Tranquillity ed è formato dal vocalist Mattia Nidini, autore anche dell’artwork del CD, i due chitarristi Mirko Capellari e Luca Tezza, il bassista Francesco Adami e il batterista Corrado Zoccatelli.
La band scaligera presenta il suo primo album integrale con la Noisehead Records, etichetta discografica austriaca, che mi stupisce per l’elevata qualità del materiale promozionale arrivatomi: chiaramente adesso sto parlando di mera estetica, ma il modo di presentarsi per me è molto importante. Non so se questo è legato ad una lodevole professionalità o ad una sfacciata quantità di denaro da investire ma in entrambi i casi massimo rispetto per la label d’oltralpe.
Dando un’occhiata alla lettera allegata al CD tra le note biografiche della band scopro molte notizie interessanti come una “Top Demo” su Rock Hard (mica Raw&Wild), una partecipazione al Metalcamp e la collaborazione per questo disco con Ettore Rigotti. Quest’ultimo ha conferito un valore aggiunto alle sonorità dell’intero lavoro con degli ottimi arrangiamenti di tastiera.
I ragazzi hanno potuto contare su un’eccelsa produzione, il livello di qualità è veramente alto, sia per l’audio che per la potenza che esce dalle casse. Nessuna sbavatura con massicci riff e refrains che spaziano dallo screaming al pulito. Nonostante questo nella sua totalità il disco manca di originalità: oltre a ricordare molte band del panorama death metal, le melodie tendono ad assomigliarsi troppo persino tra loro.
I brani che si lasciano più apprezzare sono il pezzo d’apertura “Stereogram of Convulsion” e \"Machinegun Revolution\".
Ci si potrebbe dare un’impronta più personale per non essere i discendenti di qualcosa super collaudato, ma i padri di una nuova corrente musicale.
Jetraxim

Contact
www.myspace.com/neptunedeath
www.noiseheadrecords.com
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild