Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Neka
:: Neka - Nekyia - (Autoprodotto - 2012)
Pancia mia fatti capanna! Ecco quanto un ascoltatore potrebbe affermare dinanzi al debut ep dei foggiani Neka del “nostro” Francesco Rinaldi: sei tracks per ventuno minuti di puro orrore associato alla violenza del brutal death, con sonorità che ripropongono il glorioso tiro dei migliori Cannibal Corpse (epoca Barnes, per intenderci!). Nati da una costola dei Bestial Carnage e da un’altra dei Necrotorture, i Neka pubblicano con “Nekyia” un disco con tematiche macabre, suonato bene e con un occhio di riguardo alla produzione che ha il pregio di essere cristallina e di esaltare ogni sezione esecutiva, un elemento non di second’ordine nel genere. Se “Astonishment” costituisce il classico attacco al fulmicotone, è “Mudras gesture” a fissare con chiarezza le coordinate della band, con un livello tecnico sicuramente superiore alla media, seppure dedito alla riproposizione canonica degli stilemi classici del genere. E tuttavia, con la successiva “Azeem Aman” la band dimostra di poter andare oltre il gore/brutal death per approdare a partiture intricate che si dipanano nei quasi cinque minuti densi di cambi di tempo e sfuriate; senz’altro il brano più interessante del lotto, e quello che mette in evidenza le capacità compositive del gruppo, dotato com’è dei tipici stacchi in stile “The Bleeding”. Per il resto, vanno segnalate l’incisiva “The diamond”, il pig squeal che fa capolino su “Amaterasu’s” con la presenza di Alex “Necrotorture”, e la chiusura affidata proprio ad una cover degli stessi Necrotorture, la sin poco rassicurante e tritasassi “Anal torture”. L’intensa attività live che caratterizza sia la band che i suoi singoli componenti (impegnati in vari progetti) è sicuramente un fattore molto importante, che garantisce coesione e precisione esecutiva. Se devo dire la mia, avrei visto bene un po’ più di chitarra solista in evidenza e l’aggiunta di sezioni mosh che dessero maggior respiro all’ascoltatore: sebbene si possa sempre sperare negli esiti del full-length di prossima uscita, sono sicuro che la sperimentazione sia lontana anni luce dagli intenti dei Neka, quindi… ce li teniamo volentieri così!
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.nekaband.com
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild