Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Necrophagist
:: Necrophagist - Onset Of Putrefiction - (Autoprodotto)
Ecco per le vostre orecchie un capolavoro, se mi permettete di dirlo, di puro e senza compromessi Brutal Death di stampo totalmente Underground. Otto tracks di pura violenza tecnica e originalità allo stato puro tutto composto da un\'unica persona che con grandiose capacità strumentali sia al basso, sia alla voce e soprattutto al chitarra è riuscito a produrre un lavoro davvero al di fuori degli standard da noi ormai conosciuti e mostruosamente straordinario alla stesso tempo. Per spiegare ciò che questo malato è riuscito a comporre ci vorrebbe una recensione prima sviluppata sotto l\'aspetto tecnico della chitarra e poi sotto l\'aspetto strumentale di tutto il lavoro facendo una attenta analisi di tutti i riffs, parti vocali e parti di basso. Le chitarre sono eccezionalmente tecniche, ma la caratteristica fondamentale di questo lavoro è la strutturazione ritmica e solista della chitarra. I riffs sono si malati e davvero complessi nella loro forma, ma ciò che più mi ha stupito è stata la concentrazione del lavoro su assoli di chitarra che praticamente ne costituiscono l\'aspetto principale del disco e la sua maggiore caratteristica, essi sono malati , schizzofrenici e talmente inquietamti che stranamente in un gruppo brutal riescono con grande esagerazione e rientrare nel contesto ritmico senza mai guastare la composizione del brano. Un death brutal così articolato non l\'ho avevo mai ascoltato, specie perchè è tutto incentrato su assoli che quasi sostituiscono i riffs che invece ci sono e che sono davvero soffocanti. Il resto è caratterizzato da una voce che in alcuni passaggi mi ricorda Glan Benton (Deicide) e da una batteria si \"finta\" ma tecnica e cattiva sempre elaborata dalla stessa persona. Dalla prima all\'ultima tracks i brani esprimono una pura e ossessiva malattia per il gore così come ne apre le danze \" Foul Body Autopsy\" un\' incessante inno al puro splatter che parte con una batteria veloce e prepotente e prosegue con assoli e riffs maniaci e tecnicissimi fino ad arrivare ad \"Intestinal Incubation\" rappresentazione massima a mio parere di tutto il lavoro dove intrecci di chitarra, e ormai per l\'ennesima volta, assoli che tengono alla grande il ruolo della sezione ritmica si alternano in uno stile davvero tutto personale e se devo essere sincero fino ad ora inimitabile e originale.Un lavoro di pura perversione maniacale ben mischiata a tecnica e fantasia da non farsi sfuggire, una sola mente capace di poter produrre tutto ciò è a mio avviso eccezionale, se volete raggiungere il massimo del vostro orgasmo in 30 minuti di pazzia basta procurarsi questo sorprendente lavoro. Stay sick!!!!

N

CONTACT
Necrophagist
Postfach 210925
76159 Karlsruhe
Germany
necrophagist@gmx.de
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild