Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '





Reviews - Necrophagist
:: Necrophagist - Onset Of Putrefiction - (Autoprodotto)
Ecco per le vostre orecchie un capolavoro, se mi permettete di dirlo, di puro e senza compromessi Brutal Death di stampo totalmente Underground. Otto tracks di pura violenza tecnica e originalità allo stato puro tutto composto da un\'unica persona che con grandiose capacità strumentali sia al basso, sia alla voce e soprattutto al chitarra è riuscito a produrre un lavoro davvero al di fuori degli standard da noi ormai conosciuti e mostruosamente straordinario alla stesso tempo. Per spiegare ciò che questo malato è riuscito a comporre ci vorrebbe una recensione prima sviluppata sotto l\'aspetto tecnico della chitarra e poi sotto l\'aspetto strumentale di tutto il lavoro facendo una attenta analisi di tutti i riffs, parti vocali e parti di basso. Le chitarre sono eccezionalmente tecniche, ma la caratteristica fondamentale di questo lavoro è la strutturazione ritmica e solista della chitarra. I riffs sono si malati e davvero complessi nella loro forma, ma ciò che più mi ha stupito è stata la concentrazione del lavoro su assoli di chitarra che praticamente ne costituiscono l\'aspetto principale del disco e la sua maggiore caratteristica, essi sono malati , schizzofrenici e talmente inquietamti che stranamente in un gruppo brutal riescono con grande esagerazione e rientrare nel contesto ritmico senza mai guastare la composizione del brano. Un death brutal così articolato non l\'ho avevo mai ascoltato, specie perchè è tutto incentrato su assoli che quasi sostituiscono i riffs che invece ci sono e che sono davvero soffocanti. Il resto è caratterizzato da una voce che in alcuni passaggi mi ricorda Glan Benton (Deicide) e da una batteria si \"finta\" ma tecnica e cattiva sempre elaborata dalla stessa persona. Dalla prima all\'ultima tracks i brani esprimono una pura e ossessiva malattia per il gore così come ne apre le danze \" Foul Body Autopsy\" un\' incessante inno al puro splatter che parte con una batteria veloce e prepotente e prosegue con assoli e riffs maniaci e tecnicissimi fino ad arrivare ad \"Intestinal Incubation\" rappresentazione massima a mio parere di tutto il lavoro dove intrecci di chitarra, e ormai per l\'ennesima volta, assoli che tengono alla grande il ruolo della sezione ritmica si alternano in uno stile davvero tutto personale e se devo essere sincero fino ad ora inimitabile e originale.Un lavoro di pura perversione maniacale ben mischiata a tecnica e fantasia da non farsi sfuggire, una sola mente capace di poter produrre tutto ciò è a mio avviso eccezionale, se volete raggiungere il massimo del vostro orgasmo in 30 minuti di pazzia basta procurarsi questo sorprendente lavoro. Stay sick!!!!

N

CONTACT
Necrophagist
Postfach 210925
76159 Karlsruhe
Germany
necrophagist@gmx.de
<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild