Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Necromass
:: Necromass - Ordo. Equilibrium. Nox. - (Funeral Industries - 2015)
L’ultimo lavoro dello storico gruppo fiorentino, giunto ormai alla decima uscita in studio e che in realtà fa parte di uno split con i non meno importanti Mortuary Drape, è la prova di come possa (e debba) esistere un certo modo “autorevole” di suonare black metal nel 2015 e in Italia, ovvero privilegiando, se necessario, la qualità alla quantità. Infatti, i pezzi che compongono questo disco sono “solo” quattro, ma al tempo stesso sono sempre in grado di rappresentare l’essenza di un certo discorso stilistico e tematico, e questo rende “Ordo. Equilibrium. Nox.” un lavoro decisamente notevole e perfettamente all’altezza degli altri capitoli, collocandosi (secondo me) perfino un passo avanti al precedente “Calix. Utero. Babalon” in termini di raffinatezza del sound e qualità della produzione. Infatti (nonostante il ridotto minutaggio totale), per via della loro complessità e struttura è ugualmente difficilissimo descrivere i pezzi in maniera analitica, ma ascoltando tutto il disco nella sua completezza è però possibile almeno definire i diversi campi sonori attraversati nella composizione della musica, e delinearne almeno in linea di massima le caratteristiche principali: intro marziali e schiaccianti, feroci raffiche di riffs installate su malevoli blastbeats, stacchi apocalittici e agghiaccianti nella loro evocazione di scenari mistici, arrangiamenti sempre calibrati e “orchestrali”, scorribande in territori più death-thrash, uso esperto di melodie accattivanti nella loro successione e evoluzione dinamica, nonché esperimenti lirico-strumentali (come nella notevole, lenta e solenne “Trionfo della Luce”, ovvero la magistrale messa in musica del celebre “Inno a Satana” di G. Carducci, cantato in italiano, preceduto e seguito da una voce femminile che recita in lingua tedesca). Nota a parte meritano i testi, sempre estremamente ricchi e precisi nel rappresentare quegli stati d’animo di eterna ed estrema ribellione, tesi sempre a rappresentare la matrice originaria di questo modo di intendere la musica estrema. In definitiva, altre quattro gemme nere che si aggiungono al “tesoro” del black metal italiano: un disco vivamente raccomandato agli appassionati e ai fan storici della band toscana.
Voto: 9/10
WOLVIE

Contact
www.necromass.it
www.facebook.com/necromass
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild