Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Naumachia
:: Naumachia - Black Sun Rising - (Witching Hour Promotion - 2012)
Nell\'augurio che questa volta non passi inosservato ai cultori del genere, i Naumachia ristampano l\'album del 2009, “Black Sun Rising”. Sinceramente mi stupisco di come non siano stati presi in considerazione fino ad ora dato che questo è il loro terzo album. I finnico-polacchi Naumachia hanno infatti una decina di anni alle spalle di esperienza e 2 lavori precedenti a quest\'ultimo, Wrathorn del 2004 e Callous Kagathos del 2007. Il disco è in puro stile death metal con punte di black metal arricchito da parti tipicamente progressive e/o industrial grazie al synth, basti pensare alla seconda traccia “Egomaniac Frenzy”, e ai riff della sei corde del chitarrista Armand, esempio la nona ed ultima traccia “Act of Renunciation”. La parte testuale, come facilmente ipotizzabile, è influenzata fortemente dalla scena death polacca, soprattutto dai capostipiti del genere nella loro patria, i Behemoth. Vengono riprese infatti le tipiche atmosfere cupe ed industriali, grazie anche alla bravura del tastierista VX, proprie di “Nergal” e co. Tutto sommato i nove brani si fanno ascoltare piacevolmente (naturalmente solo per chi riesce ad apprezzare certe sonorità) senza stancare mai e soprattutto evitando di essere ripetitivi e fini a se stessi. La produzione inoltre è quasi perfetta, ed offre un suono che ha permesso di esaltare a pieno tutti gli strumenti e quindi la bravura del gruppo.
Insomma, dopo averlo ascoltato tutto mi chiedo ancora come mai “Black Sun Rising” sia stato trascurato dai fan e dalla critica. Spero vivamente che questo “sole nero che sorge” (per la seconda volta) non venga snobbato di nuovo.
Voto: 7/10
Peppe Doronzo

Contact:
www.myspace.com/naumachia
<<< indietro


   
Entering Polaris
"Godseed"
Pizdamati
"La Mia Vita"
Hyrgal
"Serpentine"
Fakir Thongs
"Lupex"
Gualty
"Transistor"
Necrodeath
"The Age Of Dead Christ"
Paradise Lost
"Believe In Nothing (remixed-remastered)"
Virtual Time
"From The Roots To A Folded Sky"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild