Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Ć - '





Reviews - Nameless Crime
:: Nameless Crime - Backdraft - (Autoprodotto)
Quintetto dedito al thrash che, con questo demo di tre tracce, mette in luce la loro pulsione al genere…si, i ragazzi sono riusciti a non rimanere sulle solite note ma a dare un tocco personale ai pezzi. La prima “Backdraft” parte con una serie di partiture lente per poi sfociare in una sfuriata thrash. La voce del cantate, acuta, entra perfettamente in ciò che la band ha creato, cioè un tappeto heavy molto ricco di sonorità vicine a grandi band come Testament. Anche la seconda “Octopus Eye” con un introduzione più cadenzata rispetto alla precedente, non perde l’attitudine del thrash e sperimenta con varie melodie vocali, una nuova linea musicale. L’ ultima “Vesuvius”, martellante ed improntata su riff pesanti, presenta in alcune parti, delle zone di pacata melodia accompagnate da una voce che affonda sulle note. I Nameless Crime sono un gruppo che con i loro strumenti ci sa fare e, questo Backdraft, ha piantato una seria ipoteca sul loro futuro.

Ignis fatuus

Contact
www.namelesscrime.com
info@namelesscrime.com
:: Nameless Crime - Law And Persecution - (Powerzone/Masterpiece – 2006)
Avevamo lasciato i partenopei Nameless Crime nel 2004 quando fu pubblicato l’EP “Blackdraft” ed ecco che a distanza di due anni da quest’ultimo tornano sulla scena con il loro secondo full-leight intitolato “Law And Persecution”.
L’album in questione presenta undici brani dal sound, che anziché seguire la scia di quello presentato già nei loro precedenti lavori, presenta una maggiore dose di thrash metal in stile primi Megadeth.. I brani nel complesso risultano essere tutti di buona fattura, tra i quali spiccano: “Mr. Stone” song distruttiva che ha il compito di “aprire le danze”, l’assolo di basso di “Franch Kiss” (dalla durata minore a un minuto), “Before The Storm” e il conclusivo ed energico “Vesuvius LXXIX A.D.” che tra l’altro contiene anche come ghost track un brano jazz strumentale.
Fa sempre piacere ascoltare un “lavoro” dal sound che si rifà ai capisaldi del thrash tralasciando così l’aspetto più moderno del genere (il qualsivoglia thrashcore che va tanto di moda in quest’ultimi tempi, che sinceramente parlando non mi attira neanche troppo), specialmente se questo è un prodotto di buona fattura e soprattutto se a comporlo è stata una band nostrana.
Voto: 7/10
Pax (Antonluigi Pecchia)

Contact:
www.myspace.com/namelesscrime
www.namelesscrime.com
:: Nameless Crime - Modus Operandi - (Copro Records - 2010)
Ecco un nuovo lavoro per i nostri conterranei Namelless Crime. La band nel tempo ha subito vari cambi di formazione con un unico sopravvissuto di quella originale, il bassista Raffaele Lanzuise.
Sono tante, a dire il vero, le cose che sono cambiate in questo gruppo oltre alla formazione. I Crime nei loro precedenti album erano una band devota al Heavy Metal con tante influnze Thrash; oggi invece si presentano sul mercato con un sound differente, sperimentale , direi originale! A primo impatto si rimane spiazzati, ma basta solamente qualche minuto e il disco decolla...è come se si ascoltassero i geniali Tool in versione Heavy Metal, incredibile...ma vero! La formazione per altro oggi non si limita a fare cose semplici, ma ha improntato il tutto su un sound sperimentale che va dalla psichedelia al goth e a volte anche all\'alternative rock!
Il mio riferimento ai Tool è dovuto sostanzialmente alla somiglianza della voce del cantante Dario Guarino a quella del camaleontico Maynard, ma anche alla struttura dei brani veramente eccezionali, grazie ai riff di stampo metal mescolati con tante sonorità psichedeliche e gotiche così care ai Tool! Tutto questo rimanendo in chiave Heavy Metal! Ottima anche la produzione, affidata a Frank Andiver e alla chitarrista del gruppo Maddalena Bellini, estremamente potente e pulita! Molto bello anche il videoclip che troverete nel cd come traccia multimediale del brano “Unsigned”, primo singolo di questo nuovo cd, ottimo brano che fa immediatamente capire con cosa si ha a che fare. Tutto il cd si ascolta con semplicità e scioltezza grazie a questo connubio sonoro veramente originale.
Concludo promuovendo a pieni voti questo “Modus Operandi” per la sua originalità musicale che si discosta dai clichè che oggi i gruppi metal italiani ci abituano a sentire. Veramente complimenti: da avere assolutissimamente!
Voto: 10/10
Antonio Abate

Contact
www.myspace.com/namelesscrime
:: Nameless Crime - Nameless crime - (Nocturnal Music)
Direi ampiamente soddisfacente il debutto di questa giovane formazione partenopea formatasi nel ’98 e con all’attivo un demo cd del 2000 ed un promo “Live In Studio” datato 2001, nonché la partecipazione al tributo ai Manowar edito dalla Northwind Rec.
Otto i brani contenuti più intro, di assoluto power thrash metal incisivo e dinamico, con un songwriting che non sarà originalissimo ma che convince ascolto dopo ascolto con i suoi ritmi vivaci e trascinanti delle chitarre, per nulla impacciate nel passare tra tempi veloci e mosh di chiaro Bay Area style, a quelli più lineari e melodici dell’heavy metal più classico di derivazione N.W.O.B.H.M.
Buona la padronanza strumentale dei cinque componenti che, stando ai risultati ottenuti, con un buon rodaggio live dovrebbero senza grandi problemi togliersi grosse soddisfazioni e ricevere consensi positivi un po’ ovunque.
Da seguire con attenzione.

Contact
www.namelesscrime.com

R
:: Nameless Crime - Omonimo - (Autoprodotto)
Ammetto che il metal sinfonico non mi piace tanto, però in tutta onestà devo anche confessare che i Nameless Crime sono una ottima band. L\'influanza metal anni \'80, quella del buon vecchio heavy metal si sente tutta e strapperà una lacrima a tutti i patiti di quell\' indimenticabile \"stagione\" musicale. L\'apporto di un \"axeman\" proveniente da un power progressive band poi ha reso il suono un pò più attuale.
Non so se i ragazzi della band saranno d\'accordo con me, ma il loro sound mi ricorda qualcosa dei vecchi Rage (fine anni \'80), insomma, il grande power/speed di alcune bands della Noise o anche cose tipo i Laaz Rocket... un power, all\'epoca, più vicino allo speed che al symphonic. Insomma, gli amanti dell\'attuale corso di Running Wild, Gamma Ray, Helloween potrebbero restarne un pò delusi. Quelli che invece stravedo per il vecchio stile delle summensionate bands teutoniche non potrà ascoltare questo prodotto senza saltare dalla sedia in preda a scariche di adrenalina pura.
Ovviamente consigliato anche ai true matallers che fanno follie per Irons, Judas ecc...

Contact
Marco Ruggiero
tel 081.7805240 - 349.0952739
namecrim@hotmail.com
www.namelesscrime.cjb.net
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild