Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mur
:: Mur - Brutalism - (Les Acteurs De L’Ombre Productions - 2019)
“Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai con questa copertina oscura…”; ok, chiedo perdono a Dante... ma con questa copertina oscura e minimale mi sono ritrovato a pensare/scrivere questi versi! Ma bando alle ciance, parliamo di questo disco, uscito a fine 2019 per la LADLO, sempre attenta alla scena underground francese (e non solo). Loro sono i Mur (da non confondere con l’omonima band statunitense) e questo è “Brutalism” un album sperimentale che l’etichetta sintetizza come “Blackcore”, ma in realtà c’è molto di più (la band francese aveva pubblicato solamente un EP omonimo nel 2014). Già dalle prime note del disco non restiamo indifferenti alla “brutalità” sonora di questo giovane progetto: con riff monolitici e ritmiche ossessive e potenti, il tutto accompagnato da un cantato in stile hardcore e da elementi elettronici. Difatti, il sound proposto è molto intenso e sperimentale, e in effetti sintetizzarlo come “Blackcore” (come ha fatto l’etichetta) non ci sembra poi così sbagliato. Sicuramente, farà gola a chi, come me, ama ascoltare band sperimentali e che spezzano i cliché; ahimé, i Mur saranno invece snobbati dai “puristi” del black metal, meno aperti a queste contaminazioni. Il disco inizia con “Sound of a Dead Skin”, dove veniamo (da subito) catapultati nel brutalismo sonoro che unisce (per fare un esempio) i Napalm Death con il black metal, sempre con un “tocco” elettronico. E così via, con “I Am the Forest”, “Nenuphar”, “Third”, etc… Con “Die Kinder Tanzem Um Das Feuer Desjeningen, Der Das Licht Bringt” la band ci allieta con l’elettronica, senza rinnegare le oscure atmosfere che ci accompagnano per l’intero disco. Un album non geniale, ok... ma davvero interessante e particolare; che richiede anche più ascolti, per assimilare questo melting pot tra i due generi e le sfumature che spaziano dall’electro-dark e l’industrial. Più l’ascolto, più resto colpito… davvero! Come scrivevo qualche riga fa, a me piace ascoltare le band “sperimentali”... e i Mur sono una band sperimentale! Quindi, se non avete problemi con le contaminazioni tra il black metal e l’hardcore (e nemmeno con l’elettronica), allora benvenuti in “Brutalism”! Sicuramente resterà nel lettore per un bel po’ – speriamo di ritrovarli presto, con un nuovo interessante esperimento sonoro.
Voto: 8/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/murgenius
<<< indietro


   
Riven
"The Suffering"
Gabriels
"Fist Of The Seven Stars Act 3: Nanto Chaos"
Partinico Rose
"Songs for sad and angry people"
Red Cain
"Kindred: Act I"
Kalevala Hms
"If we only had a brain"
Tyrant (US)
"Hereafter"
Underzone
"Underzone"
Khemmis
"Doomed Heavy Metal"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild