Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Municipal Waste
:: Municipal Waste - Massive Aggressive - (Earache – 2009)
I Municipal Waste sono universalmente riconosciuti come i migliori esponenti della recente rinascita globale del thrash metal, da essi interpretato nella sua accezione più primigenia ed ignorante, che s’originò nei primi anni ’80 dall’irruenza punk-hardcore e che ebbe come mirabili interpreti i californiani Suicidal Tendencies, i newyorkesi S.O.D. ed i texani D.R.I. I nostri cari amici della “Nettezza Urbana” non hanno pertanto inventato nulla, ma hanno avuto il grande merito di riportare in auge un fenomeno musicale di cui purtroppo se ne stavano perdendo le tracce. Il thrash-metal del quartetto di Richmond è scanzonato, impulsivo, adrenalico, e soprattutto divertente, proprio ciò di cui c’era bisogno dopo una decade, quella degli anni ’90, in cui tutte le principali thrash-metal band statunitensi avevano perso lo spirito ribelle e la freschezza mostrate in gioventù. I virginiani sono invece provvidenzialmente giunti a ricordarci la fondamentale equazione secondo cui thrash = party. Dopo i grandi successi sia di critica sia di vendite degli ultimi due album, “Hazardous Mutation” (2005) e “The Art Of Partying” (2007), i Municipal Waste, con “Massive Aggressive”, confermano quanto di buono mostrato nei capitoli precedenti, anzi mostrando una maggior varietà compositiva, realizzando brani meno hardcore rispetto al passato e dotati di ritornelli più catchy. Un turbine di veloce punk-thrash che non vi farà tirare il fiato per una mezz’ora consecutiva, anzi vi farà roteare i capelli sino ad avere il torcicollo. Brano migliore del lotto, secondo la mia opinione, è “Mech-Cannibal”, in cui ho riscontrato tracce delle sonorità della grande punk-core band newyorkese H2O. Certamente, esiste il rischio che prima o poi la passione del pubblico verso il thrash metal si affievolisca di nuovo, come già successe vent’anni fa, ma credo che i Municipal Waste, per la genuinità della loro proposta, per la capacità di coinvolgere della loro musica e per essere stati dei prime-movers di questa rinascita continueranno ancora a lungo ad allietarci con il loro thrash sì rancido come una lattina di birra scadente ma spassoso come un film di Abatantuono.
Voto: 7,5/10
Marco Cramarossa

Contact
www.myspace.com/municipalwaste
www.earache.com
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild