Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mortification
:: Mortification - The Devil Addiction Destroying Machine - (Rowe Prod.\\\\Soundmass – 2009)
A tre anni di distanza dalla pubblicazione di Erasing the Gobelin, torna una delle più longeve e prolifiche (14 studio album, più svariate raccolte e live) band della scena death metal, i Mortification. Il trio, composto dal leader Steve Rowe e da Michael Jelinic e Adam Zaffarese, ci da in pasto un album dall’attitudine punk, per quanto è rozzo e minimalista. Le song sono semplici e dirette e hanno comunque un ottimo groove. Come da tradizione poi i Mortification sulla base death inseriscono frammenti di metal classico, thrash e power old school. Però l’impressione maggiore che se ne ricava durante l’ascolto è quello di un sostanziale ritorno a quella che è stata la fase centrale della produzione della band, quella più “sperimentale” (il termine non va inteso come ricerca di suoni particolari, ma come commistione di suoni di derivazione metallica più meno estremi). Il risultato è un album onesto, che pur rimanendo estremo è facilmente memorizzabile. Capolavori non ce ne sono, siamo lontani dai tempi di Scrolls of the Megilloth (1992) e di Post Momentary Affliction, però ai fan non dispiacerà di certo. Alla fine se esiste una scena underground lontana dalle logiche di mercato è merito di personaggi come Steve Rowe e dei suoi Mortification.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.roweproductions.com
:: Mortification - Twenty Years in the Underground - (Nuclear Blast – 2010)
Solo qualche mese fa ho recensito The Evil Addiction Destroying Machine, ultima fatica in studio dei Mortification, e oggi mi ritrovo ad ascoltare ben 36 tracce scritte dalla band australiana! Così come per i nostri Necrodeath anche i Mortification arrivano a tagliare il traguardo dei 25 anni. A celebrarlo è l’etichetta che ne ha pubblicato la maggior parte dei lavori, la Nuclear Blast. Dai capolavori iniziali, Mortification (1991) e Scrolls of the Megilloth (1992), sino ai più che dignitosi album recenti, Steve Rowe e compagni hanno dimostrato una passione e un genuino attaccamento al death metal che poche altre band hanno palesato negli anni. Pur non essendo particolarmente dotati dal punto di vista tecnico e nonostante il continuo richiamo alla bontà di Gesù (questi due elementi potrebbero far pensare che stia parlando di Legrottaglie, ma non è così), i Mortification hanno un proprio perché nella scena. Certo, sorbirsi quasi 40 (in gran parte live) tracce tutto d’un fiato non è operazione semplice. Alla fine dei conti, TYITU rappresenta più un esaustivo biglietto da visita per chi è completamente a digiuno di Mortification, che un vero tributo o la ciliegina sulla torta dei fan sfegatati del gruppo, vista la mancanza di chicche particolari. A voi l’arduo compito di decidere se acquistare o meno questo doppio cd…
Voto: SV
g.f.casstella

Contact
www.roweproductions.com
www.nuclearblast.de
<<< indietro


   
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"
Divisione Sehnsucht
"Divisione Sehnsucht"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild