Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Messa
:: Messa - Belfry - (Aural Music - 2016)
“Belfry” è il cd di debutto di questa band formatasi nel 2014 a Treviso, che (apprendo dalla loro bio) comprende elementi stilistici provenienti dagli ambienti musicali più disparati, ovvero prog, black metal, punk, dark ambient, rock’n’roll e doom… tutte queste influenze sono state canalizzate in un calderone sonoro che i Messa definiscono “Scarlet Doom”. In effetti, già dopo il primo ascolto di questo lavoro si può affermare che la band riesca egregiamente a rendere effettive tutte queste caratteristiche, andando a carezzare, scuotere, stordire, risvegliare, esaltare e deprimere l’ascoltatore, e quindi a comunicargli sensazioni sia tipiche che atipiche di un genere ormai storicamente consolidato come il Doom Metal proprio tramite l’uso di tinte sonore accattivanti, ammalianti e coinvolgenti... in una parola “scarlatte”.
Formazione a quattro di classica ispirazione sabbathiana, con una batteria potente, precisa, pesante e ben presente, un basso tellurico padrone indiscusso delle proprie frequenze e incurante di mostrare virtuosismi, una chitarra che riesce a fare tutto ciò che una chitarra dovrebbe fare in un contesto melodico e ritmico simile, cioè riffoni da headbanging cadenzato, arpeggi sognanti, esperimenti effettistici e linee melodiche ispiratissime ad affrescare tutto il quadro sonoro. Completa il tutto una voce femminile che, pur ispirandosi agli stilemi melodici “maschili”, proprio per le naturali differenze timbrico-espressive finisce invece per “reinventarli”, amalgamando ancora meglio la propria componente vocale su quella strumentale mentre interpreta dei testi le cui tematiche oscillano fra l’introspezione, l’immaginario fantasy “settantiano” e oscure quanto oniriche visioni di apocalissi reali o spirituali.
Il disco comprende dieci tracce della durata media superiore ai sei minuti, fra le quali alcuni brevi intermezzi strumentali a base di effettistica e di strumenti a corda. Fra i pezzi secondo me più riusciti del disco includerei la lenta e emblematica “Babalon”, l’epica e potente “Hour of the wolf”, l’oscura e ossessiva “Blood” (impreziosita tra l\\\'altro da azzeccatissimi inserti di strumenti a fiato), l’ipnotica e psichedelica “Outermost”, e l’arpeggio acustico di ispirazione quasi neofolk di “Confess”, che chiude il disco.
In definitiva, una bella prova d’esordio per questi Messa, consigliata a chi nel Doom Metal cerca anche un certo tot di personalità e particolarità.
Voto: 8/10
WOLVIE

Contact
www.facebook.com/MESSAproject
<<< indietro


   
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"
Divisione Sehnsucht
"Divisione Sehnsucht"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild