Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mercy of Devil
:: Mercy of Devil - Sodomy Attack - (Autoprodotto)
Molti gruppi black metal moderni hanno tutti la stessa pretesa: inserire un booklet ben rifinito con frasi inerenti all’odio spropositato contro il Papa, i Cristiani e i poser. Non riesco ancora a capire cosa abbiano fatto di tanto male i Cristiani a questa band e a tutte quelle dove appaiono certe scritte. Sicuramente facendo ciò, sono passati loro stessi al ruolo di poser.
Dopo questo preambolo parliamo finalmente del succo della questione, il vero motivo che fa la differenza: la musica proposta. Sei tracce di pura potenza prodotte in maniera molto grezza, con vari spunti interessanti. Si parte con “Sodomy Attack”, riff taglienti e melodie cattive che trovano nella traccia un momento di riposo solo quando cambia tempo con atmosfere thrasheggianti. Nella successiva “Unabomber” (indovinate un pò a chi và ora la lode?), un dolce pargoletto sfiora qualcosa che esplode, e dopo l’urlo di dolore, la violenza espressa dalla musica si manifesta in 50 secondi di sfuriate, tanto care a band del calibro di Impaled Nazarene. Probabilmente se si deve affrontare il discorso di un accostamento, e proprio con questi ultimi che il paragone centrerebbe, senza togliere che i Mercy of Devil, hanno una propria struttura diversa dai finnici. “Destiny” e “Antipriest” proseguono il discorso creato dalla band riguardo alla forza generata dal sound, peccando in alcuni tratti, di originalità. Solo in alcuni spunti (precisamente dove il turbine di note cominciato si placa in momenti più thrash), si scorge un certo cambiamento interessante che decora il sound con risvolti spiazzanti. “Mercy of Devil” e “Satan Alcohol Possession” giocano proprio sui cambi di tempo inaspettato e, soprattutto la prima, rende l’idea dell’ira incontrollata accostata al pensiero perverso. Una produzione approssimativa e alcune idee poco convincenti non fanno decollare questo disco ma, sicuramente, spunti di originalità sono presenti nelle già citate tracce.

Ignis fatuus

Contatti:
mercyofdevil@libero.it
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild