Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mastercastle
:: Mastercastle - Enfer [De La Bibliothèque Nationale] - (Scarlet Records/Lion Music - 2014)
I Mastercastle si affacciano di nuovo al panorama discografico con Enfer [De La Bibliothèque Nationale]. Avevo avuto modo di recensire il loro ultimo lavoro On Fire in maniera positiva, e questo nuovo cd di dieci tracce conferma le potenzialità della band. Un buon metal dalle sonorità potenti alleggerite e addolcite dalla bella voce di Giorgia Gueglio che ci rimanda inevitabilmente a band come Lacuna Coil, Evanescence, Nightwish, accostamento inevitabile per gran parte delle band metal che hanno come vocalist una donna.
Buono l’avvio con “The Castle”, la cui apertura è affidata ad un’intro dall’impatto orchestrale, caratterizzata nella parte centrale da un buon assolo di Pier Gonella, in perfetto stile malmsteeniano.
A rendere particolare la seconda traccia “Let Me Out” è l’uso di synth con funzione di tappeto e che amalgamano molto bene il brano, synth che poi ritroviamo più presenti anche in “Straight to the Bone” e in “Behind The Veil”, una ballata lenta e d’atmosfera che dà tempo alla band di respirare per poi ripartire alla grande con “Venice”, veloce con la giusta vena melodica che rende l’ascolto piacevole. Da segnalare in questo senso la presenza di Andrea De Paoli (Labyrinth, Vision Divine) in veste di ospite alle tastiere.
La parte centrale di questo lavoro non presenta particolari dettagli che potrebbero catturare l’ascoltatore; abbiamo infatti i soliti schemi di metrica ed esecuzione per tutti i brani. Da porre comunque l’attenzione sulla sezione ritmica molto precisa e veloce, con la scelta di usare suoni triggerati che fanno comunque perdere allo strumento il classico suono naturale.
Enfer [De La Bibliothèque Nationale], si chiude con “Coming Bach” dove la fa da padrone lo stile neoclassico di Gonella, che qui emerge sia nei solos che nei riff. Nel complesso, Enfer [De La Bibliothèque Nationale] è una buona conferma che porta i Mastercastle ad un gradino più alto. Dal mio punto di vista, l’unico neo di questa band sta nel fatto che ponendo l’attenzione sulla linea vocale e su alcune parti di chitarra non si riesce a coglierne l’originalità al 100%. Comunque tutto suona bene e visti i tempi che corrono anche in ambito musicale, questo basta e avanza.
Voto: 8,5/10
Leandro Partenza

Contact
www.facebook.com/mastercastleband
:: Mastercastle - On Fire - (Lion Music - 2013)
I Mastercastle sono un quartetto italiano formatosi nel 2008. La band è originaria di Genova e annovera in formazione Pier Gonella, axeman dei Necrodeth, oltre ad avvalersi per questo disco della preziosa collaborazione del turnista di lusso John Macaluso dietro le pelli. “On Fire” è il terzo album e giunge a cadenza quasi regolare nella discografia della band (che ha precedentemente pubblicato “The Phoenix” nel 2009 e “Last Desire” nel 2010); un buon concentrato di metal melodico con influenze in stile Malmsteen, con la cantante Giorgia Gueglio dotata di uno stile vicino a Lacuna Coil e Guano Apes. Nove tracce di cui due strumentali (“The Final Battle” e “Almost a Fantasy”, reprise della Sonata al Chiaro di Luna di beethoveniana memoria). Durante l’ascolto del disco si può apprezzare la buona tecnica strumentale dei singoli musicisti, con particolare menzione per le ritmiche, sia delle chitarre che della batteria. Buona anche la voce di Giorgia che viene sapientemente amalgamata con linee vocali secondarie (“Silver Eyes” e non solo). La seconda traccia “Chains” risulta essere un brano molto ben impostato e deciso dove viene riproposto l’intreccio vocale. Scorrendo il cd arriviamo alla traccia numero quattro “Quicksilver”, una cavalcata dove il drumming di Macaluso svolge un gran bel lavoro specie nell’uso della doppia cassa, per dare spazio a metà del lavoro a figure di assoli di chitarre e a una linea corale per poi riprendere l’andamento “a treno” che ricorda qualcosa degli Iron Maiden. Arrivando verso la fine del cd incappiamo in quello che è il brano strappalacrime di turno (“Gold Violet”) che manca di rado in questo genere di musica. Voglio precisare che personalmente non mi piace fare l’analisi minuziosa di ogni singolo brano ma dò sempre un giudizio quasi globale. I tre fattori che a mio avviso sono determinanti per una buona riuscita di un lavoro sono tecnica strumentale, qualità di registrazione e impatto uditivo. E queste sono tutte caratteristiche che in “On Fire” vanno sopra la media. Dunque lo consiglio ai nostalgici del metal anni ‘80 e a tutti quelli che vogliono scoprire nuovi talenti.
Voto: 8,5/10
Leandro Partenza

Contact:
www.facebook.com/mastercastleband
<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild