Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Marionette
:: Marionette - Enemies - (Listenable Rec. - 2009)
Dopo SPITE (primo disco che a malincuore non ho avuto il piacere d’ascoltare) gli Svedesi MARIONETTE, band formata nel 2005, propone all’ascolto il loro ultimo prodotto discografico, ENEMIES.
Ho il dovere di dire che ENEMIES è una buona prova per una band che al secondo disco è già così incisiva; anche se comunque sono attivi da pochi anni, hanno un bel po’ d’esperienza alle spalle, in quanto questi ragazzi hanno condiviso palchi con band del calibro di Slayer, Meshuggah, Machine Head, Mastodon, Sonic Syndacate e via dicendo…
Il lavoro che hanno svolto è parecchio; brani curati e ben strutturati, tecnica strumentale tangibile. Lo stile proposto dai nostri si rifà palesemente alla scena swedish-death, per la precisione allo stile Gothenburg, prendendo molto a cuore la parte melodica e sperimentale (Stench of the Heard, The Lie, The Truth, Through Veils), così da creare un mix fatto di dolcezza e rabbia allo stesso tempo (Creatures, Your Hands); non mancano sfumature di brutale hardcore (The Swine, The Silver Spoon, Anthropomophism, Unman, Hatelust, Their Knives), che arricchiscono il sound facendolo vibrare incessantemente dall’inizio alla fine, e questo lo si vedrà sicuramente quando i Marionette presenteranno l’album nelle sedi live, dove non ci saranno difficoltà a fare un pò di sfrenato headbanging; si spera che questi ragazzi facciano davvero sul serio, ma ascoltando la carica che trasmette il cd, sicuramente l’esito sarà positivo.
Axel è scatenatissimo, ha uno screaming che fa tremare i padiglioni auricolari; cattivo e tenace anche nelle poche parti di growl. Per la ritmica non c’è che dire: perfetta; dietro le pelli Jimmy svolge un ottimo lavoro, marcato a vista dal basso di Mikael, che pompa incessantemente note a ripetizione; l’atmosfera creata da Linus è in sintonia col resto in tutti i brani e si lascia apprezzare molto per le varie sfumature melodiche che crea; Anton e Aron, grazie alla produzione pomposa e sicuramente alla loro bravura artistica, segnano il disco, creando riff e arrangiamenti che viaggiano come un treno in corsa. Mi è dispiaciuto non poter esporre una riflessione sui testi in quanto il promo non era fornito di essi.
Il centro di gravità della band è l’atmosfera serrata e tagliente che lascia poca aria alle orecchie. Le aperture strumentali sono di buona fattura e così è anche la produzione; il sound è delineato e marcato su medio-bassi che martellano nello stomaco. Ascoltare questo disco da una scossa d’adrenalina. Consigliato a chi preferisce la violenza melodica!
Voto: 7,5/10
N. “Killex” M.

Contact
www.myspace.com/marionettesweden
www.listenable.net
<<< indietro


   
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"
Divisione Sehnsucht
"Divisione Sehnsucht"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild