Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Mantide
:: Mantide - Love Thru Blood and Pain - (Autoprodotto - 2016)
I Mantide sono un quartetto della zona di Pescara attivo fin dal 2007, che fra numerosi live e decisivi cambi di line up attorno al nucleo storico (composto da chitarra e batteria), si è reso autore di “The Eyes in the Jar” (2011) e ora di questo nuovo EP, “Love Thru Blood and Pain”, registrato fra marzo e aprile 2016.
Lo stile della band può essere sommariamente definito come uno sludge doom metal pesantemente influenzato da componenti hardcore-punk e death metal old style, ovvero tutta quella tipologia di musica storicamente atta ad esprimere disagio e rabbia, depressione e ribellione, voglia di vivere o morire. Non mancano però riferimenti “contemporanei”, specialmente in alcuni momenti che rendono tributo alle melodie delle linee vocali in stile System Of A Down. I riffs sono sempre godibili e “pieni”, mai messi a caso, ma disposti secondo una metrica precisa e articolati secondo una ritmica adeguata, tramite le quali la band riesce ad affermare come suo punto di forza proprio il voler seguire fedelmente una “scuola”, quella dello sludge, che ha ormai ampiamente dimostrato di poter vivere di vita propria.
La produzione è (credo volutamente) scarna, secca e minimale, ma quindi molto orientata alla riproposizione in sede live dei brani, cioè senza inserire orpelli inutili ma puntando solo a rimarcare quanto è stato effettivamente suonato e cantato; forse, una diversa gestione della fase di postproduzione avrebbe potuto far suonare il disco secondo canoni più “accettati” di qualità sonora, ma posso dire che alla fine questo non è assolutamente un problema dei sei brani che compongono questo EP.
Fra i punti forti di questo lavoro vorrei indicare la title track “Love Thru Blood”, dall’incedere decisamente southern ma dalle influenze crossover-post grunge; “Unbroken”, molto “panteistica” nell’alternarsi delle ritmiche lento-cavalcato, e dagli interessanti fraseggi di chitarra, basso e linee vocali; infine, la complessa e articolata (rispetto agli standard degli altri brani) “Visceral”, dove quanto espresso dalla band viene sintetizzato in riffs, refrain e ritornelli molto compatti e coinvolgenti, fino allo spiazzante stacco finale, seguito dopo pochi secondi di silenzio dall’arpeggio “fantasma” di basso che conclude il lavoro.
In definitiva, questo dei Mantide è un disco sicuramente meritevole di essere ascoltato, non solo dai fan dello sludge ma anche dai cultori di un certo tipo di modo di intenderlo e viverlo.
WOLVIE
Voto: 7/10

Contact
www.facebook.com/mantideband
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild