Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Manic Street Preachers
:: Manic Street Preachers - Generation Terrorists - (Columbia - 1992)
Avrebbero potuto diventare rock star prima, prima che Richey James gli facesse da roadie, prima se non fosse che venivano da Blackwood, sperduta città del Galles dove la loro amicizia matura sui banchi di scuola.
L’uscita di questo album taglia a metà la critica che pensava che lo sleaze rock/metal fosse prerogativa unicamente statunitense, in un momento dove il brit pop spopolava e in Gran Bretagna non si vedeva altro.
I testi crudi e negativi (Born to end, So dead, Spectators of suicide, Methadone pretty) scritti da Wire/Edwards, e la musica dei cugini Bradfield/Moore, un binomio durevole, almeno fino alla misteriosa dipartita di Edwards.
La provocazione di un brano come Another invented disease, in un momento storico in cui l’HIV fu riconosciuta come la peste del 2000, non portò certo i media a parlare molto di musica, quando molto più interessanti erano le performances autolesioniste di Edwards ed il loro atteggiamento oltraggioso; un problema, se si pensa che questo è sicuramente l’album più puro, sincero e prolifico (18 brani) nella loro carriera, nonché il primo, un album in cui si sente ancora la rabbia adolescenziale e dove esplode il punk che loro sempre hanno amato (Damn dog, Repeat – uk,).
Sara Palladino

Contact
www.manicstreetpreachers.com/07/index
:: Manic Street Preachers - Send Away The Tigers - (Columbia - 2007)
Dopo scelte opinabili riguardanti un suono decisamente più pop (a partire da This is my truth tell me yours) questo album torna ai manics vecchio stampo, quelli del punk e del rock alla Clash (anche se meno politicizzato che in passato).
Dieci brani colmi di energia e malinconia (Send away the tigers, Rendition, Imperial bodybags).
Uno sguardo alla disillusione, ai derelitti (Underdogs) che strizza l\'occhio ad un sound che ha tutti i numeri per divenire un must generazionale (Autumnsong).
Insomma, l\'orecchiabilità i manics non la schifano, tutt\'altro (basti sentire Your love is not enough con il duetto della Persson) ma questo lavoro ha sempre un non so che di incompreso che tanto sarebbe piaciuto allo scomparso Richey James.
Ghost track la cover di Working class hero, per terminare in bellezza e non disdegnare l\'impegno proletario.
Difetti non ce n\'è, per essere nel 2007....
Sara Palladino

Contact
www.manicstreetpreachers.com
:: Manic Street Preachers - The Holy Bible - (Epic - 1994)
E\' abbastanza normale considerare questo album, dal titolo provocatorio, uno spartiacque nella carriera del gruppo di Blackwood, poichè segna una sorta di epitaffio del chitarrista Richey James Edwuards, misteriosamente scomparso in quell\'anno poco dopo l\'uscita dell\'album, e anche per la svolta musicale verso un rock isterico e veloce. Il più veloce.
Una sorta di angoscioso viaggio nella mente, i testi (importantissimi nella carriera del gruppo) scritti da Edwuards, variano dalle stragi della politica(l\'olocausto in Archives of pain e Mausoleum, la dittatura e i sistemi in Revol) alle angosce personali più profonde (l\'anoressia in 4st 7lbs e Die in the summertime).
E\' riduttivo pensare alla musica dei Manic come ad una sorta di continuazione del percorso dei Clash; in un periodo in cui il brit pop spopolava, la stridente crudezza della loro musica, soprattutto in questo album che io considero un capolavoro, loro hanno rappresentato la vera innovazione nel rock britannico.
Nel 2004 è uscita un\'edizione speciale per l\'anniversario del 10° anno di questo album, contenente due cd + dvd, con brani inediti e live session.
Sara Palladino

Contact
www.manics.co.uk
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild