Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Maltese Falcon
:: Maltese Falcon - Metal Rush - (Metal Mind Prod. – 2009)
Non sempre avere amicizie importanti è una garanzia di successo nella vita. Spulciando nella biografia dei danesi Maltese Falcon, si viene a conoscenza del fatto che il nome del gruppo è stato suggerito dal figlio d’un noto tennista danese, un certo Lars Urlich. Certo ai tempi il buon Lars non era il famosissimo nano dalla bocca larga dei nostri giorni, era semplicemente un nano dalla bocca larga che cercava di sfondare nel metal-rama. Lasciata da parte l’aneddotica, passiamo ai fatti salienti: nati nel 1983, dopo tre demo arrivano all’esordio discografico nel 1984, Metal Rush, su RoadRunner. Ad oggi Metal Rush è l’unico Lp firmato Maltese Falcon e grazie alla Metal Mind, ora disponibile per la prima volta in formato cd (digipack in edizione limitata, per la precisione). Mettiamo subito in chiaro che Metal Rush non è uno degli album fondamentali del metal anni ottanta, però è uno di quei dischi che se presenti in una discoteca fanno fare il salto di qualità da semplice collezione a collezione d’intenditore. Perché i Maltese Falcon con il proprio sound a cavallo tra Judas e Saxon sono uno di quei gruppi per “esperti”. Nei suoi quasi 35 minuti raccoglie l’essenza del metal che fu e che qualcuno oggigiorno sta cercando di riportare in vita con scarsi risultati. I pezzi migliori sono “Alive”, “Heavy ‘n’ Loud” e “Headbanger”. Particolare il tono vocale di Søren Peter \"Charlie\" Jensen, che ricorda non poco quello di Dee Snider delle Sorelle Svitate. Come detto la band è durata sono un album (Kerrang, bibbia del metal inglese, giudicò Metal Rush uno dei peggiori dischi di sempre… e senza la benedizione del magazine britannico fare strada all’epoca era impossibile. Come oggi del resto). L’unico membro della band che ha fatto parlare di sé è stato il bassista Hal Patino, attivo con band del calibro di King Diamon, Doctor Butcher e Force Of Evil. Un disco non essenziale, come già detto, ma consigliato a tutti gli amanti del genere.
Voto: 6,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.metalmind.com.pl
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild