Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Madre De Dios
:: Madre De Dios - Madre De Dios - (Autoprodotto – 2014)
Che botta l’esordio dei Madre de Dios! E dire che sarei dovuto essere preparato al colpo, visto che mi è capitato di vedere dal vivo questi ragazzi più volte, essendo miei concittadini. Il progetto vede coinvolti membri di alcune realtà preesistenti sul territorio di Bari, come Natron, Anuseye, The Missing e Stainer. La proposta del quartetto è ben piantate nel passato, nel ventennio che va dal 1961 al 1979, con influenze che spaziano dagli Zeppelin agli Stooges, passando per i Black Sabbath. Ovviamente questi giovinastri non sono neanche immuni al fascino di un certo sound che si è sviluppato nelle decadi successive, che in parte ha ripreso quanto fatto nelle decadi precedenti. Mi riferisco a band come Kyuss, Soundgarden, Alice In Chain, QOTSA e Jet. Niente di nuovo sotto il cielo di Puglia, ma se i Madre De Dios avessero avuto smanie innovatrici, probabilmente avrebbero suonato altro. Il risultato finale è un sound secco, deciso, stradaiolo e maleducato. Che fa ballare e sudare sotto i palchi, carico di groove com’è. Il ritornello di “Flamingos!” vi riporterà alla mente i Jet di “Are You Gonna Be My Girl”, “Merry Go Round Song” racchiude in se tutte le caratteristiche dell’album nei suoi sei minuti e rotti, parte con l’accoppiata Alice In Chain-Soungarden, transita per lidi Sabbathiani e si conclude con uno splendido organo. In ordine sparso segnalo anche “The Evil guide”, “Big Head” e “Shake It Baby”. Come altri in passato anche i MDD non hanno resistito, , alla tentazione di riproporre la beatlesiana “Helter Skelter”, qui trasformata in “Mater Skelter”. Chiude l’album la bonus track “Orbit”, con un inizio in salsa Hawkwind. Un cd ben fatto anche dal punto di vista del packing, che da dei punti anche a produzioni più blasonate. Non avete nessun alibi, se non lo comprate non site né figli della madre di Dio, né figli di preta pura, voi siete proprio figli di...
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/madrededios2010?fref=ts
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild