Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Lupi Gladius
:: Lupi Gladius - Veritas - (SPQR – 2014)
Da una costola degli Hidden Place, l’alternative electro wave band attiva dal 2004, nascono i Lupi Gladius. Il lucani hanno pubblicato nei primi anni del 200 un demo, Lucania, poi rieditato dalla tedesca Castellum Stoufenburc lo scorso anno. La nuova fatica nasce sotto l’egida della benemerita SPQR, label ormai vero e proprio sinonimo di qualità. La band, composta da Fabio Vitelli (sinth), Pietro burzo (voce e basso acustico), Antonio Losenno (percussioni, sinth e cori) e Giampiero Di Barbaro (chitarra acustica e cori), è fautrice di folk decadente e con lo sguardo rivolto agli anni 20-30 dello scorso secolo. Non solo la grafica riporta a quel periodo, ma soprattutto i testi malinconici e spietati, capaci di segnare un solco netto tra quello che è stato e quello che è. Dal punto di vista musicale questa scelta lirica si traduce in un sound che riprende in parte i canoni di quel periodo e che attinge anche al bagaglio dark-new wave degli Hidden Place. L’iniziale “Sulle Rive Del Basento” funge da ideale capsula del tempo, ed è l’unico pezzo non scritto di proprio pungo dai lupi lucani, infatti il brano è ad appannaggio di Michele Caruso (1921-1997). Superato il viaggio a ritroso nel tempo, tocca a “L’Elogio Dell’Alterità” indicare quale sarà il proseguo dell’album, cioè quel misto dark-folk di cui parlavo prima. Non solo, le liriche di questo brano indicano in modo in indiscutibile la filosofia che si cela dietro il progetto, cioè il disprezzo per la società odierna. A tradurre in parole il concept è stato Diego Banchero, vero stakanovista, che in questo 2014 ci ha già regalato un paio di perle con i nuovi album de Il Segno Del Comando e degli Egida Aurea. “Gli Ultimi Bagliori” evidenzia il lato più marziale ed elettronico della band, un tappeto su cui si staglia la voce di SaLux (che compare anche nel brano “Nel Vento”). Il quarto giro spetta alla “La Nuova Adunanza”, per chi scrive il miglior pezzo del lotto, capace com’è di fondere al proprio interno tutte le sfaccettature della band: folk, new wawe, spirito marziale e liriche evocative! “Agone” riprende in parte quanto fatto in nel terzo brano, mentre “Umano E Imperfetto” rappresenta il secondo picco del cd, col suo fascino joy-folk-division. Tocca a “I figli Del Tramonto” chiudere il disco, una base strumentale malinconica, in cui è anche impegnato Michael Peter Vereno al violino, che fa da colonna sonora alle parole sussurrate. Una prova varia e intrigante, dal sapore antico e malinconico, che evidenzia ancora una volta come la scena neo-folk italiana stia godendo un periodo di ottima salute.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/lupigladius
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild