Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Luca Loizzi
:: Luca Loizzi - Luca Loizzi - (Tarock Records - 2012)
Siamo lieti di scoprire che la bella canzone italiana comunicativa, di forte impatto e di raffinata poesia non si sia estinta ed ecco che “Quando meno te lo aspetti” ti imbatti in un disco che rompe gli schemi che raccoglie le tradzioni musicali e le riveste di colori freschi, con toni ironici e racconti folk, sto parlando del cantautore pugliese Luca Loizzi e del suo debut album omonimo prodotto da Beppe Massara dell’etichetta Tarock Records. Imbraccia la chitarra acustica Luca, dalla quale non si separa neanche per le foto dell’album, e canta, con la stessa disinvoltura e l’ironia di Gaber, proprio quell’ironia che nasconde l’amarezza di “un’Italia che fa paura….”( del singolo “Quando meno te lo aspetti), con ritornelli di immediato impatto, che si imparano subito al primo ascolto e che continui a canticchiare per il resto della giornata.. Vibrazioni alla Buscaglione per il brano “Tutti quelli”, sarcastica denuncia di tutte le ipocrisie, di tutti gli arroganti in pratica di tutto ciò in cui ci imbattiamo ogni giorno, il tutto arrangiato da una musica coinvolgente e ritmi da capogiro, impreziositi dai cori femminili che danno al pezzo un sapore vagamente retrò. Con “Che fastidio” il registro cambia e l’ arraggiamento dal sentore funky e dagli espliciti riferimenti a Santana rende il pezzo fresco, brioso lasciandoci con la voglia di riascoltarlo così come riascolterei più volte anche la ‘deandriana’ “Via Ripamonti”, il controsenso di un ritmo veloce e di un testo nostalgico: “..non ci rimane che affidarci a del buon vino e cantare una canzone con gli amici”.La fisarmonica in “Pillole” ricorda atmosfere gitane, una dichiarazione d’amore in pieno stile cantautorale folk, il ritmo coinvolge immediatamente, impossbile non cominciare a muoversi a ritmo quando la si ascolta, coinvolgente come la successiva “Di notte” alla quale sembra legata da un filo conduttore.Il suono delle corde pizzicate ne “Il pazzo” preannuncia un testo complicato e triste, l’arrangiamento cadenzato dei primi secondi viene ad un certo punto stravolto e trascinato nella confusione di un vortice di suoni che molto bene rendono il significato di questo testo e del personaggio descritto, condannato alla pazzia per la passione assurda per il teatro e la parola.. Loizzi conclude l’album con “Milano”,una calda ballad dall’affascinante arrangiamento e come sempre il racconto, questa volta di una giornata milanese e di tutti i suoi stereotipi che si possono amare e odiare allo stesso tempo,perfetta conclusione di un album dall’apparenza intimista ma dalla sostanza popolare, denso di situazioni comuni e di vita.
Voto: 7/10
Sara Centaro

Contact:
www.facebook.com/lucaloizzimusic
www.tarock.it
www.facebook.com/associazionetarock
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild