Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Lifers
:: Lifers - Lifers - (Autoprodotto - 2015)
Proprio in questi giorni, ascoltando una vecchia compilation in mp3 in macchina, è partito “Cause For Alarm” degli Agnostic Front. Album immortale, pietra miliare di un connubio tra metal e hardcore troppo spesso sbandierato da vari fenomeni a livello mondiale, ma quasi mai realizzato pienamente come nel caso della band di Miret e Stigma. Non c’è neanche bisogno di citare i cattivoni di plastica di cui pullula la rete, basta fare un veloce confronto con i DRI di “Four Of A Kind” per capire che gli Agnostic Front hanno vinto su tutta la linea. Sarà di sicuro per la maestria compositiva del buon Vinnie, ma anche per un sound che non lesina sulle tipiche esagerazioni metal dell’epoca, senza però dimenticare il classico beat dell’hardcore/punk. Come dire, non è che puoi suonare mid tempo con i riffoni (magari brutti e pesanti come un polpettone) e sentirti parte di un certo genere solo perché hai fatto un sette pollici ignorante agli albori della tua carriera. Un paragone un po’ bersaniano, lo so, ma cosa c’entra tutto ciò con i Lifers? Parecchio, direi, anche perché la giovane band lombarda si avvicina agli Agnostic Front sin dall’iconografia, per non parlare di quando metti su questo debut autoprodotto… tra l’altro, il monicker “Lifers” mi ha fatto pensare ai tedeschi Ryker’s, fuori proprio in questo periodo con un’altra bomba del genere, anche se rispetto a loro il quintetto di Vigevano guarda decisamente oltreoceano, pur avendo i piedi ben piantati sul Vecchio Continente. È l’opener “Destroy To Rebuild a mettere subito le carte in tavola: NYHC all’ennesima potenza, con riffone accompagnato dal D-beat, mosh break, stop and go e chi più ne ha più ne metta, per una track fresca, a suo modo melodica e di sicuro impatto. Nel caso in cui non fosse chiaro, tocca ai proclami di “To My Brothers” ricordare l’influenza degli Agnostic Front, mentre su “But We Can Change” i Lifers rimescolano le carte (senza volerlo, questa metafora delle carte mi ricorda un altro gruppo storico “di genere”, i pescaresi When Mind Reflects…) aprendo spiragli vicini a suoni più maturi e intimisti, sempre comunque supportati da un sostrato grezzo e verace e per questo foriero di interesse senza il rischio di annoiare. Forse il pezzo più interessante del disco, e quello più “europeo”, un mood che gli arpeggi e il parlato in italiano contribuiscono a costruire. Per il resto, il disco scorre fluido come già detto, con “A Letter From Your Dog” che è il classico esempio del riff metal ben incastonato, con un effetto vicino al thrash tedesco di gente del calibro degli Holy Moses, con il sano familismo della scheggia “Grandma (Noooonnaaaaaa)”, e con pezzoni come “S.Y.L. 417” che segnano il territorio, nonostante qualche “respect!” di troppo… Insomma, se è vero che spesso c’è da tremare dinanzi alle aberrazioni create dalle band alfiere di un hardcore più muscolare, non è certo questo il caso: i Lifers tirano fuori un debut marchiato a fuoco, con nove pezzi (in poco più di venti minuti) che si lasciano ascoltare e che faranno la felicità sia degli hardcorers più giovani che di quelli più attempati e da sempre attenti a certe sonorità.
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/LIFERSHARDCORE
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild