Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - L7
:: L7 - L7 - (Epitaph - 1988)
La prima uscita omonima delle L7 per la Epitaph è certamente un riscatto generazionale che dimostra come la donne siano capacissime di unire il punk-hardcore al rock, dando un calcio allo star system, in 30 minuti di energia e rabbia.
Suzi Gardner e Donita Sparks, entrambe cantanti e chitarriste, firmano tutti i brani e raggiungono livelli di genuinità assoluta, a dire il vero un po’ perduti, nei successivi lavori.
Dall’hardcore di Metal Stampede, passando per il punk-rock di Bite the wax tadpole, It’s not you e Ms 45, allo psycho che strizza l’occhio ai Cramps ( I drink ).
Qui è anche l’origine del sound grunge che spopolerà a Seattle qualche anno dopo (vedere, ad esempio, Cat o’ nine tails) e nel successivo lavoro della riot band, “Smell the magic”, uscito infatti per la Sub pop.
Sara Palladino

Contact
http://l7official.com/
<<< indietro


   
Pizdamati
"La Mia Vita"
Hyrgal
"Serpentine"
Fakir Thongs
"Lupex"
Gualty
"Transistor"
Necrodeath
"The Age Of Dead Christ"
Paradise Lost
"Believe In Nothing (remixed-remastered)"
Virtual Time
"From The Roots To A Folded Sky"
The Night Flight Orchestra
"Sometimes The World Ain’t Enough"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild