Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - L’Impero delle Ombre
:: L’Impero delle Ombre - I Compagni di Baal - (Black Widow Records – 2011)
Nel corso d’una mia intervista del 2007 Giovanni ”John Goldfinch” Cardellino m’aveva anticipato i contenuti del prossimo album targato L’Impero dell’Ombre: un concept ispirato al telefilm francese degli anni 60 (1969 per la precisione) I compagni di Baal (nel booklet troverete un’introduzione alla serie scritta da Teo e John). Ci son voluti ben quattro anni per vedere finalmente realizzata quell’opera. Registrato presso i Bunker Studio di Lecce (grazie a Dio il Salento non è solo pizzica, Negramaro, “cioè hip hop” e vincitrici di Amici) dal 2 al 9 novembre 2008 e missato nel 2009 da Maurizio Sacquegno, I Compagni di Baal ripropone una band con una formazione allargata: oltre ai fratelli Cardellino (Giovanni: canto, cori, percussioni e Andrea: chitarra elettrica e acustica) troviamo quelli che nelle note del booklet vengono presentati come “les Acteurs”: Oleg Smirnoff (Hammond B3 Organ, Mini Moog, Mellotron II, Kurzweil K2000), Fabian Oliver (basso), Dario Petrelli (batteria), Giusy “Lliliana” Cardellino (voce femminile,cori), Maurizio Sacquegno (chitarra acustica ). A questo elenco vanno aggiunti Thomas Hand Chast (Death SS, Sancta Sanctorum e Witchfield – progetto che coinvolge i due Cardellino) e Ilario “Piranha” Suppressa (HopeSend, Terremoto e Witchfield) impegnati nella cover del classico Black Sabbath presente come bonus trace nell’edizione cd, “Snowblind”. Detto che la splendida copertina è opera di Stefano Scagni, entriamo nei dettagli più puramente musicali: ICDB è un disco di doom italiano, né più né meno. Si colloca all’interno della gloriosa tradizione che vede tra i massimi artefici i primi Death SS, Paul Chain e The Black. Dal punto di vista dei contenuti, l’album non varia di molto rispetto al suo predecessore, ritmi lenti, riff pesanti e grassi, melodie oscure (alcune delle quali entrano subito in testa). Ma questo non significa che non ci siano delle novità. In primis c’è un flavoir maggiormente progressivo (credo che questo sia dovuto essenzialmente alla necessità di creare un tappeto musicale in grado di descrivere le atmosfere del concept) soprattutto nell’uso delle tastiere da parte di Oleg. Altro aspetto interessante è l’uso di diversi idiomi: pur restando l’italiano la lingua principale, la band egregiamente inserisce parti in francese (un chiaro tributo alla lingua originale del telefilm) e in inglese. Queste scelte, unitamente all’inserimento di dialoghi estratti da telefilm, rende l’album più evocativo e ricco di pathos e tensione, tanto da far apparire il tutto più un audiolibro che un cd musicale. Un ottimo lavoro, per una delle migliori realtà italiane: cosa aspettate a diventare anche voi “compagni degli Imperatori delle Ombre”?
Voto: 8,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/limperodelleombre
www.blackwidow.it
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild