Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Kenos
:: Kenos - Exstract from intersection - (Autoprodotto)
Sia dalla lettura della biografia che dall’ascolto del demo, mi sono reso conto che i Kenòs sono la classica “band in progress”, un gruppo di musicisti tecnicamente validi e alla continua ricerca di un’identità. Questa ricerca continua, li porta a concepire un genere, così difficilmente battuto come il death metal, in maniera molto personale e decisamente “progressive”. I Kenòs nascono dalle ceneri degli Underwise, band dedita ad un death metal molto tecnico, pesante e diretto, ben acclamato dalla scena locale. Ma la scarsa maturità porta la band allo scioglimento nel 1999.
Dopo la fine degli Underwise, il bassista Marcello “Cello” Fachin e il chitarrista Domenico “Domenaz” Conte, decidono di dare forma e colore ad una crteatura dai connotati più forti e marcati della precedente. Nascono così i Kenòs, formati da sette validi musicisti, compresi una voce femminile e la tastiera.
I tempi sono buoni per la prima seria fatica discografica: infatti nel 2002 i Kenòs fanno uscire per la MAE Productions “Rigor Mortis” che venderà 1000 copie in sei mesi.
E’ un momento positivo per la band che tiene numerosi ed applauditi concerti a supporto di “Rigor Mortis”.
Ma i Kenòs non sono soddisfatti: un nuovo cambio di line up riduce la band ad un quintetto, aggiungendo alle voci un nuovo ed versatile cantante Alessio Giudice. La band torna così al death delle origini: diretto, veloce e devastante ma con un tocco di “progressive” in più, il che rende i brani più vari e dinamici.
Grazie poi alla collaborazione col giovane produttore Giuseppe Morazzoni, i Kenòs danno alle stampe “Intersection”, il loro prodotto discografico decisivo che incarna il nuovo modo di concepire il death.
Ascoltare per credere. I due brani, più la bonus track, contenuti nella copia promozionale, sono la dimostrazione lampante di quanto si è detto. Fiumi di tecnica, stile, potenza e velocità, il tutto condito con la varietà tipica di una mentalità più “progressive”. La opener “Dracona” alterna momenti di death brutale e veloce con altri più melodici, cosa che in alcuni punti ricorda i Cradle of Filth su Midian, lo stesso dicesi per la title track, ma un occhio di riguardo lo merita la bonus track “Eyes of Hurricane”, brano completamente acustico e decisamente sperimentale di indubbio gusto e dalle melodie molto accattivanti.
Nonostante i pochi brani, i Kenòs hanno detto tutto. E’ la loro musica che parla da sola. Da i brani si evince un grande affiatamento ed una grande voglia di sperimentare, e questi sono elementi che possono portare molto lontano il gruppo, che comunque già si esibisce come band apripista per altri gruppi come The Crown, Entombed e Novembre. In generale è un ottimo lavoro per la band ed un ottimo acquisto per chi ama la varietà.

AN
:: Kenos - Rigor Mortis - (Autoprodotto)
Definirei questi Kenos un ottimo mix tra melodic black metal e melodic death metal stile primi Dark Tranquillity e primi In Flames. Ciò che ci propone questa band è ben suonato in tutte le sue composizione, ottimo è il suono della batteria cosi come la preparazione del batterista, buoni gli arrangiamenti di chitarra, la voce screaming ad alti livelli, le tastiere e la bellissima voce femminile che completa in maniera maestosa tutta la produzione di questo cd, un sound davvero da invidiare, caratterizzati da ottime influenze di varie band che reggono la scena black death melodica del momento!!!!! Di certo poco ci vedo di black metal se non alcuni riffs di chitarra e la timbrica del cantato, per il resto definirei i Kenos una valida death metal band melodica capace in ogni sua composizione e sicuramente ben preparata e attenta alla scelta di ogni suono e di ogni arrangiamento.. ..di fatti tutto sembra ottimamente esauriente, ad alti livelli sia come tecnica compositiva che come preparazione nella esecuzione.......anche se non sono un amante di questo genere, ma comunque ben impregnato nella cultura del death metal melodico che molti anni fa seguivo, di certo questa band non mi ha deluso e non mi ha proposto nulla di scontato portandomi a saper apprezzare davvero la bravura con qui questa band è capace di comporre brani che hanno davvero del valore musicale e che dovrebbero essere presi in considerazione sia per la tecnica che per la ottima capacità di composizione facendo una buona attenzione su di un lavoro che a mio avviso è stato ottimamente registrato, caratterizzato da suoni professionali e lontani dalle tipiche registrazioni caserecce......un genere che esige determinate qualità e caratteristiche e che i Kenos hanno davvero saputo dare!!!!!!!!

CONTACT:
Marcello Fachin
Via G. Ferrini 50, 21052
Busto Arsizio (VA) ITALY
kenos1@libero.it
http://www.kenos.it
:: Kenos - X-Torsion - (My Kingdom Music – 2010)
Terzo full lenght, primo per la My Kingdom Music, per i lombardi Kenos. Quasi a voler confermare la regoletta seconda la quale “il terzo album è quello cruciale della carriera”, il gruppo si è buttato a capofitto in un’opera colossale, definizione di X-Torsion a opera dello stesso bassista della band, Marcello Fachin. Effettivamente, sin dall’ascolto dei primi pezzi si subodora questa sensazione di grandeur a tutti i costi, però, a mio avviso, il tutto si riduce in un esercizio di autoindulgenza. Le capacità tecniche della band sono notevoli e questo permette ai Kenos di districarsi agevolmente tra i generi più disparati (classica, elettronica, etnica) pur conservando una base estrema (death), anche se dal forte gusto melodico. Però il tutto sembra eccessivo e, a volte, disordinato e poco omogeneo. Il filo comune che lega i brani è una certa decadenza romantica (o gotica), però non sempre il percorso intrapreso dalla band è lineare, e questo risulta spiazzante (non in senso positivo). A mio avviso, una formula più sobria avrebbe reso il disco più incisivo e quindi interessante.
Voto: 5/10
g.f.cassatella

Contact
www.kenosweb.com/
<<< indietro


   
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"
Downcast Twilight
"Under the Wings of the Aquila"
The Match
"Just Burn"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild