Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Kekal
:: Kekal - Autonomy - (Whirlwind Records - 2013)
È proprio il caso di dirlo: i Kekal vengono dall’altra parte del mondo. Non ho idea di cosa significhi avere una band in Indonesia, ma posso immaginare che le differenze siano inferiori alle affinità con le “scene” di casa nostra. Con “Autonomy” il progetto giunge al nono disco e il nome è quanto mai azzeccato, perché sin dal 2009 la band si muove in autonomia rispetto a quella che dovrebbe esserne la componente fondante: i membri ufficiali. Per la verità, sembra appunto che i tre fondatori abbiano deciso di mollare la line-up (anche per motivi logistici) pur continuando a fornire il proprio contributo dal punto di vista compositivo. Ma bando ai preamboli, e giungiamo alla musica dei Kekal: a sentire i demo degli anni ’90, la band nasce come progetto puramente black metal per poi attraversare varie fasi evolutive in una parabola che sarebbe stato interessante seguire da vicino. Comunque sia, sentire un progetto che parte da premesse quanto mai estreme approdando su lidi prog/avantgarde/trip-hop/lounge fa sempre strano. Dal punto di vista stilistico, se non altro, il mio giudizio non è qui influenzato da un passato così distante (proprio perché a me sconosciuto), e la tentazione di gridare al recupero di sonorità care a Lamb e Portishead è forte; in questo senso citerei persino i Massive Attack, qui ripresi nel discorso di “collettivo” a cui sembra aderire la filosofia stessa dei Kekal. Si potrebbe continuare all’infinito, essendo un disco come “Autonomy” talmente multiforme da prestarsi a più interpretazioni, tra cui non può mancare la già citata affinità con certa lounge/chill out di lusso che spopolava un decennio fa; e tuttavia, sono le radici metal della band ad esercitare qui una forte ipoteca di stampo progressive, che porta ad un uso delle chitarre in senso rarefatto e crimsoniano sull’opener “Rare Earth Elements” con decise derive frippiane sulle successive “Pandora’s Empty Box”, costruita sui ritmi chill out tanto cari a gente come Peeping Tom, e “Go Ahead And Feel The Pain”, in cui fanno capolino quelle tastiere inquietanti che sono una delle caratteristiche del gruppo, e che farebbero la fortuna di più di un progetto dark ambient. Su “Disposable Man” sembra addirittura di sentire la chitarra di Jerry Cantrell o quella di Kim Thayil, anche se la linea vocale ricorda pericolosamente quella di “Sabbath Bloody Sabbath” (assurdo? Non se pensate alla versione dei Cardigans!); si continua con “Swings Of All Moods” monumento al post-rock con evoluzione jazzata, per poi assistere al ritorno di un certo chitarrismo sbilenco – chiaro discendente della coppia Belew/Fripp – su “Futuride” e “Space Between Space”, due brani in cui emerge in maniera ugualmente chiara il retaggio metal del progetto. Chiusura rarefatta affidata agli arpeggi di “Learning To Love The Future”, che chiude il cerchio aperto dai Kekal dopo 58 minuti di sperimentazioni in luce ed ombra, ben simboleggiate dalla lampadina in stile decadente raffigurata in copertina. Non sarà il capolavoro dell’anno, ma si tratta di un disco davvero ben congegnato. Buon ascolto.
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.kekal.org
www.facebook.com/kekalofficial
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild