Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Karma Rassa
:: Karma Rassa - Talks to Innerself - (Sound Age Prods. - 2016)
Musica atmosferica e poesia si fondono nei brani di questa giovane band, che muove i suoi primi passi nell’autunno nel 2013 a San Pietroburgo, Russia. Loro sono i Karma Rassa e hanno pubblicato il primo disco, intitolato “Music into the Void”, nel 2014 (Metalism Records) e hanno poi rilasciato anche il single “Oxygene II” (una cover di Jean Michelle Jarre)... nel 2015 suonano al ProgPower Europe Festival con Leprous, Pagan’s Mind, Soen, Myrath e tante altre band. Il disco inizia con “Silver Faces” e subito veniamo catapultati in un equilibrio tra voce e melodie miscelate da interessanti sfumature progressive e atmosfere di katatoniana memoria. “The Endless Universal Hysteria” è un omaggio alla terra madre – ascoltate l’introduzione del brano – per poi muoversi in un ottimo brano di prog atmosferico, intriso di fredde atmosfere… in un’intervista (trovata in rete), la band indica come eventuali influenze (anche future) David Gilmour e Sòlstafir… I brani scorrono, tra richiami prog e post metal; atmosfere fredde e cenni degli ultimi Opeth (ma neanche troppo, onestamente), Katatonia, Amorphis & Co.; ebbene sì, se cercate un termine di paragone, cercatelo pure tra queste band – Amorphis su tutti! “The Last Starfall” è un brano che richiama gli ultimi Katatonia e che vede un bel lavoro di tastiere e sezione ritmica, atmosfere incantate e voce “tenue” ma efficace! Ma è davvero inutile elencarvi una o più tracce, il disco è bello, e quando si hanno tra le mani dischi come questo, senza anelli deboli, consiglio l’acquisto ad occhi chiusi! E anche se quella dei Karma Rassa non è originale (onestamente parlando) come proposta musicale, sono sicuro che chi segue queste sonorità non resterà deluso dalla qualità dei brani, dalle atmosfere e dalle melodie. Questa è solo la seconda prova per il quartetto russo, ed è l’ora di metter loro a disposizione un po’ di visibilità anche dalle nostre parti. Non c’è molto da aggiungere… cercateli, ascoltateli, amateli!
Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/karmarassa
karmarassa.bandcamp.com
soundcloud.com/karma-rassa
<<< indietro


   
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"
LorisDalì
"Gekrisi"
Cloven Altar
"Enter The Night"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild