Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Kadavar (ITA)
:: Kadavar (ITA) - Conjuring The Void - (Autoprodotto - 2008)
Fa sempre piacere ricevere autoproduzioni di band giovanissime (i membri dei Kadavar hanno tutti meno di vent’anni) che, nonostante la poca esperienza, sappiano già dimostrare un potenziale a dir poco enorme. I milanesi Kadavar, infatti, dopo il demo d’esordio del 2007, “Modern Visions Of Human Madness”, tornano a deliziare le nostre orecchie con questo “Conjuring The Void”, ottimo Ep di Death metal d’assalto che funge d’antipasto al loro primo album, la cui uscita è prevista il febbraio del 2009 sotto etichetta Punishment 18. I tre brani presenti sono tutti costruiti su linee ritmiche chiaramente ispirate dai Carcass di “Necroticism” ed “Heartwork”, sulle quali si innestano repentini cambi di tempo e schizoidi solos di chitarra, seguendo l’esempio di band quali Vital Remains, Cephalic Carnage e Decapitated. I tre ragazzi, a dispetto della loro giovane età, mostrano già capacità tecniche tali da far impallidire colleghi ben più blasonati, in particolare spicca il lavoro dietro le pelli del batterista Davide Bacchetta, un metronomo dalla potenza devastante. Ineccepibile anche il lavoro degli altri tre membri della band, che contribuiscono a creare un sound organico, coerente e ben armonizzato, come si può pienamente apprezzare in “Global Collapse”, a mio parere la più bella traccia del lotto. A questo punto non mi resta che invitarvi a visitare la pagina Myspace della band, ove è possibile ascoltare per intero questo “Conjuring The Void”, ed attendere impazientemente l’uscita del debut album nel 2009.
Voto: 8/10
Marco Cramarossa

Contact
www.myspace.com/smellthekadavar
:: Kadavar (ITA) - Kadavar - (Punishment 18 – 2009)
Una buona notizia e una brutta: la buona è che i Kadavr hanno inciso un grande disco, la brutta è che si sono sciolti. Dalle “colonne” di Raw And Wild abbiamo seguito l’evolversi della storia del gruppo milanese. Io stesso ne ho recensito il primo cd autoprodotto, Modern Vision Of Human Madness (2007), evidenziando come quel prodotto, per quanto di breve durata, evidenziasse delle buone potenzialità. Poi è toccato al mio “collega” Marco Cramarossa evidenziarne la crescita nella recensione di Conjuring The Void, ancora un cd autoprodotto (2008). E ora eccomi qui a recensire il nuovo album omonimo che segna anche l’esordio di Punishment 18. Nel giro di due anni la band ha compiuto passi da gigante. Il sound è ancora massicciamente influenzato dalla scuola floridiana, in primis Morbid Angel, ma anche Nocturnus. Ciò che colpisce è la perizia tecnica del gruppo. Le atmosfere sono generalmente oscure e mai troppo veloci. In alcuni momenti l’uso della voce riporta ai Carcass. Non troverete delle novità particolari a livello stilistico, ma tutto quello che è in questo disco è fatto al meglio. Pensando alll’età media bassa di questi ragazzi, il rammarico per il prematuro scioglimento è tanto, considerando i sicuri margini di crescita. Per ora ci lasciano in eredità un ottimo album, e poi finché c’è morte… c’è speranza di un ritorno sulle scene.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/smellthekadavar
www.myspace.com/punishment18records
:: Kadavar (ITA) - Modern Vision Of Human Madness - (Autoprodotto - 2007)
Quale sia il genere a cui questo giovanissimo quartetto si ispira è chiaro sin dalla prima song (la cover dei Death “Zombie Ritual”): death classico, in stile “floridiano”. Non restano, quindi, che tre canzoni per valutare il gruppo, un po’ pochine, in verità. I tempi non sono mai veloci, il gruppo punta più su un mood maligno vicino alla cose degli Obituary. Le doti tecniche del gruppo sono buone, la registrazione dona un sapore di tempi andati, ma per esprimere un giudizio più approfondito non ci resta che aspettare un lavoro più lungo.
Voto: S.V.
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/smellthekadavar
<<< indietro


   
The Night Flight Orchestra
"Sometimes The World Ain’t Enough"
The Courettes
"We Are The Courettes"
Eversin
"Armageddon Genesi"
Paola Pellegrini Lexrock
"Lady To Rock"
Alberto Nemo
"6X0"
Coldbound
"The Gale"
Echo Atom
"Redemption"
Overkill
"Live In Overhausen"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild