Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Inner Creation
:: Inner Creation - Death in wait - (Autoprodotto - 2004)
Ed eccoci ad un altro atteso ritorno, quello degli Inner Creation di mr. Fratturino o mr. Psykoblaster che dir si voglia. Avevamo lasciato il ragazzo al demo precedente “Dream, Reality and pain” dove erano riscontrabili delle ottime idee un po’ negate dalla scarsa produzione. Cosa che non si può certo dire di questo nuovo mini, uscito come spartiacque per la nuova fatica che si intitolerà “Death in heart”, che presenta una produzione decisamente superiore e delle idee molto più variegate rispetto al suo predecessore. Ritmiche ultraveloci, tempi serratissimi, parti che rasentano un death/fusion di qualità. Insomma per alcuni versi, gli Inner Creation presentano a questo punto un sound molto meno “floridiano”e più personale. Ma è giusto ripercorrere brevemente le tappe di questa band: l’anno di fondazione è il lontano 1997, quando l’onnipresente Franco(chitarra e voce) contatta il chitarrista Gaetano Giordano, il bassista Michele Tiscia e il batterista Nicola Pietroluongo e costituisce il primo nucleo degli Inner Creation. Dopo un demo intitolato “Only pain”, ben recensito ma scarsamente prodotto, la band si sciolse per incomprensioni interne. Franco così, a’ mò di sfogo personale mise su un non precisato progetto death elettronico intitolato “Metal trip”. Subentrato nei blacksters Impure Domain nel 2002, Franco riprende da solista, l’avventura con gli Inner Creation, registrando “dream reality and pain” e successivamente “Death in Wait”.
My frailty is my power si apre con un intro degno della migliore scuola californiana, lasciando lo spazio anche a voci pulite su ritmiche fortemente serrate e solos ben costruiti. Probilmente la più bella e rappresentativa canzone del promo;
Mask of delusion. Intro ingarbugliato, quasi rasentante un death fusion, ma poi si parte con i soliti ritmi devastanti e mitragliati tipici dello stile Inner Creation;
Far Away. Altro pezzo forte che presenta una struttura altamente complessa. Riffs di chiara matrice thrash(fortissime sono le influenze dei Pantera in alcune momenti) danno vita ad un pezzo che è un vero e proprio pugno nello stomaco. Il tutto condito al forte sentimento del sound.
Prison of conscience. La vecchia cara opener della fatica precedente degli Inner. Un pezzo dalla forte carica disperata. A cominciare dal riff iniziale fuso con un parte di tastiera in digressioni, che da un sonorità cupissima ed angosciante.

Molto buono

A.N.

Contact
Psykoblaster c/o Fratturino
Via A. Labriola n.34
71100 Foggia
cel. 329/5413896
nfshif@tin.it
:: Inner Creation - Dream, reality and pain - (Autoprodotto)
Ritmi serratissimi e voce growl lacerante per un death metal dalle chiare radici floridiane. Questo in estrema sintesi l\'identikit di Dream, Reality and Pain, seconda prova dei foggiani Inner Creation che si ripresentano dopo un pò di anni dal loro esordio assoluto. In reatà, oggi gli Inner Creation possono essere identificati in una one-man band, in quanto è il solo leader del gruppo, Franco \"psykoblaster\" Frattulino, a portare avanti il progetto, occupandosi per questa occasione delle vocals e chitarre su di una base ritmica campionata. Lo stile, pur avvicinandosi a quello di mostri sacri come i Death, lascia intravedere meritevoli segni di personalità, che in queste nove tracks (38 minuti complessivi) dimostrano di essere ben strutturate con ritmiche vivaci e compatte, frequenti \"stop\'n\'go\" e buoni solos guitar articolati. Non mancano anche per questo lavoro, gli apporti di effettucci elettronici che svolgono un compito riempitivo, ma di relativa importanza.
Tra i brani più intriganti si possono segnalare \"To Hate Yourself\" e \"Inner Creation\".
Risultato discreto se si tiene tuttavia conto di vocals ancora da perfezionare e di una produzione finale non proprio omogenea (colpa dei suoi campionamenti). Ben altra storia sarebbe stata con una band vera e propria.

R

Contact
Franco Frattulino
Via Labriola, 34
71100 Foggia
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild