Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Infernal majesty
:: Infernal majesty - One points to death - (Black Lotus - 2006)
Ritorno sulle scene anche per il mitico combo canadese degli Infernal Majesty precursore negli anni’80 del thrash più rozzo di scuola Slayer insieme ad altri gruppi della loro area quali Slaughter, Razor, Exciter, Voivod .
One Points to Death esce per l’etichetta greca Black Lotus dedita per la maggior parte a produzioni di gruppi black metal ( cosa che risulta chiarissima dai suoni scelti per le chitarre).
Premetto che sono sempre stata una grande fan del gruppo canadese fin dal loro primissimo lavoro uscito per la celeberrima RoadRunner records “None shall Defy”.
Il disco parte subito con una mazzata violentissima dal titolo “Death Of Heaven “, dove serpeggia l’alea maligna dei più classici Slayer, riff taglienti e al fulmicotone s’intrecciano con una sezione ritmica devastante che a tratti ricorda i migliori lavori dei Malevolent Creation (Retribution su tutti). Segue Pestilential Eternity un altro pezzo carico di odio e di violenza dove sfuriate thrash si susseguono a un drumming pestatissimo (il suono della batteria su tutto il disco ricorda molto gli ultimi lavori dei Sadistik Exekution); il disco continua con altre canzoni potentissime di chiaro (fin troppo ) stampo death metal .
Nonostante un elevato livello di produzione sonora e un grande tecnicismo ritmico (da lodare il mitico chitarrista Steve Terror!!!) i pezzi risultano essere però monotoni e alla lunga stufano l’ascoltatore.
Nella copia promozionale che ho qui tra le mie mani questo disco viene paragonato a “Reign in Blood “ e definito “legendary thrash metal” ma, sinceramente , si avvicina decisamente di più a sonorità brutal death di nuovo stampo.
Avrei preferito un ritorno a pezzi come “Overlord”,”Night of the living death” ecc.. ma di certo nel 2005 è difficile sperare un ritorno del glorioso thrash metal vecchio stampo.
Tutto sommato un disco non brutto, accettabile e discreto.
Se avete soldi che vi avanzano o se siete dei cultori della band fatelo vostro.

Voto 6 /10

Glen

Contact
www.infernalmajesty.ca
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild