Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Infernal Angels
:: Infernal Angels - Dominus Silentii - (Autoprodotto)
...e l’oscurità si impadronì del mio lettore cd dopo che gli Infernal Angels iniziarono la loro discesa nei miasmi della notte. Anche questa è una maniera di definire il lavoro di questi Infernal Angel, band dedita ad un black metal molto orchestrato e decadente, però, stavolta più che tirare in ballo i soliti Dimmu e Cradle, come riferimenti di genere, citerò una band che solo pochi addetti ai lavori conoscono: gli ucraini Nokturnal Mortuum.
A tale proposito consiglio di ascoltare “Goat Horns”(1997) album che presenta più meno lo stesso feeling, anche se decisamente più epico rispetto ai colleghi I.A.
Questi ultimi propongono un mini cd veramente ottimo, sia dal punto di vista della registrazione che da quello del feeling e del pathos con cui questa si incolla al tutto.
Il demo trasuda oscurità ed angoscia sia dal primo pezzo eponimo, che è anche quello che preferisco.
Buona anche la preparazione tecnica dei musicisti, senza la quale sicuramente avrebbero dato vita all’ennesimo album di black metal stereotipato e smandolinante, che piace e mi piace, ma anche qualcosa di nuovo non fa certo male! Il mio giudizio alla fine è pienamente positivo d\'altronde viene premiata anche la capacità di portare un sound dalle percezioni particolari, ben lontano dai soliti canoni del black metal più sputtanato e commerciale.

MURNAU

Contact
www.infernalangel.org
:: Infernal Angels - Midwinter Blood - (My Kingdom Music – 2009)
Verrebbe facile pensare alal Lucania come un’appendice italica della nera Scandinavia. Ecnephias, Nefertum e Infernal Angels fanno tutte black metal e lo fanno a livelli di qualità superiori rispetto alla media nazionale. Però da amante della scena black ellenica di metà anni 90 (a mio avviso meno prolifera ma più talentuosa di quella norvegese, mosti sacri a parte) paragonerei la Basilicata a questa in virtù della capacità di creare un feeling oscuro, epico e mediterraneo. Non sfuggono a queste peculiarità gli Infernal Angels, che su una base black (di scuola svedese) immette partiture dal forte sapore epico e guerrafondaio. Con alle spalle una manciata di demo e cd autoprodotti, e un primo full-lenght, Shining Evil Light (2006), con Midwinter Blood il quartetto prende due pipistrelli con una fava (la fava piace un po’ a tutti i volatili): contratto con la My Kingdom Music e raggiungimento di un’identità stilistica ben precisa che sicuramente farà breccia nei cuori oscuri di chi da tempo aspetta un disco black degno di questo nome. Riuscitissimi inoltre gli “esperimenti” in italiano. Se poi si aggiunge l’ottima produzione, che garantisce il giusto bilanciamento tra pulizia e ruvidezza, e la copertina di ottima fattura, il gioco è fatto. Una delle migliori uscite black dell’anno sull’italico suolo.
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/infernalangels
www.myspace.com/mykingdommusic
:: Infernal Angels - Vigila secunda - (Autoprodotto)
La band nasce nel 2002 dalle ceneri di un progetto che vedeva coinvolti Xes e Prince of Tears, gli Hell Bum, con l\\\'aggiunta di Deimos alla batteria e Phobos al basso la band inizia questa nuova avventura con il nome di Infernal Angels.
Danno alla luce un primo demo intitolato \\\"Absum Lucem\\\", in classico stile black metal norvegese, per poi approdare a questo secondo lavoro intitolato \\\"Vigila Secunda\\\", una sorta di mix tra black metal sinfonico e thrash/death metal svedese, il risultato è di sicuro impatto anche se gli arrangiamenti non presentano nulla di nuovo e di particolarmente eccitante.
Quattro tracce dove è possibile ritrovare, da parte di Prince of tears, classici riff di chitarra triti e ritriti già da band come Dark Tranquillity, Dimmu Borgir e Cradle of Filt, la voce sreaming di Xes è affiancata da nuomerosi interventi di Katya, la voce femminile, gli arrangiamenti delle tastiere dello stesso Prince of tears, sono articolati nel modo più classico che ci possa essere senza mai eccedere in stravaganti uscite che potrebbero lasciare un segno, buona la performance di Deimos alla batteria, quasi invisibile il basso di Phobos.
Io lavorerei sugli arrangiamenti cercando di creare un sound più personale e riconoscibile amalgamando meglio ogni singolo strumento per poter creare un\\\'unica atmosfera giocando sul contrasto che potrebbe venir fuori dall velato animo thrash della band e le orchestrazioni sinfoniche.

Contact
infernalangels@supereva.it
www.infernalangels.supereva.it
<<< indietro


   
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild