Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - In flames
:: In flames - Come clarity - (Nuclear blast / Audioglobe)
Se \"Reroute to remains\" prima e \"Soundtrack to your escape\" dopo, avevano segnato in modo incancellabile il corso dei nuovi In Flames,più di quanto avessero fatto i grandi \"Whoracle\" e \"Clayman\" questo \"Come Clarity\" ci mette di fronte una band che ha fatto dell\'evoluzione il suo punto di forza sotto tutti i punti di vista,dal songwiting alla stessa esecuzione.I brani contenuti in quest\'album sono compatti,potenti,rabbiosi,energici e chi più ne ha più ne metta. Da \"Take this life\",opener che trasuda swedish da tutti i pori,alla conclusiva \"Your bedtime story....\" i 4 \"infiammati\" dimostrano di aver concepito un monolite senza alcun punto debole.Dopo la già menzionata\"Take this life\" si susseguono a ruota mazzate assolute come \"Leeches\",la bellissima \"Reflect the storm\"(capolavoro) e l\'intensa \"Dead End\" nella quale fa apparzione una bella voce femminile(non ricordo chi è la singer,però) che permettono ai nostri di spaziare dal Death Svedese,di cui sono,assieme ad altri gli assoluti maestri, all\'Heavy-Power, dimostrando di aver appreso alla grande la lezione dei maestri quali MAIDEN e Helloween.Un bel riff introduce la veloce \"Scream\" la quale dopo una sana dose di headbanging ci conduce nell\'avvolgente mondo della title-track,una ballad intensissima che ci presenta gli In Flames in versione semi acustica.Un gioiello.E se \"Vacuum\" e \"Facing deaths trail\",sembrano non dire nulla di nuovo(ma occhio al \"sembrano\"),ecco arrivare \"Crawl Through knives\",dal bellissimo ritornello,e \"Versus Terminus\" mazzata tra capo e collo che forse a molti ricorderà un\'altra icona del Death Svedese a tempi conosciuta come \" band rivale\"... \"Our Infinite Struggle\" e \"Vanishing light\" si muovono sulle stesse coordinate delle precedenti,dandoci potenza,grinta e melodia,specialmente l\'ultima,con un inizio così Helloweeniano che sarebbe il caso di fare una telefonatina a Weikath,chissà magari rinsavisce... L\'ultima track \"Your bedtime....\"altro non è che una sorta di outro,che non dice poi molto,ma che dopo un disco così granitico ci può anche stare...In definitiva gli In Flames hanno ancora una volta dimostrato di esser quel gran gruppo che tutti conosciamo,sfornando un disco davvero molto completo e ben riuscito,che non conosce cali di tono,ma che cresce ad ogni ascolto.Ottimo.

IN
:: In flames - The jester race - (Nuclear Blast – 1996)
“The Jester Race”, il secondo full lenght degli In Flames, è senza dubbio il lavoro che ha permesso a questi cinque ragazzi svedesi di entrare nell’olimpo dell’heavy metal. Il lavoro si apre con i bellissimi arpeggi melodici di “Moonshield”, canzone eccezionale con un Andreas Frieden, qui al suo esordio discografico assoluto, autore di una notevole prestazione vocale. Il disco prosegue quindi con la strumentale “The Jester’s Dance”, caratterizzata da un’alternarsi di parti melodiche e riff death, e prosegue con “Artifacts Of The Black Rain”, brano stupendo che viene ancora riproposto nei live della band di Stoccolma. Altre perle contenute in questo album sono la cattiva “Graveland”, l’immortale “The Jester Race”, forse una delle canzoni più belle mai scritte dagli In Flames, e la potente “Dead God In Me”, al limite del grind. “The Jester Race”, rispetto al primo lavoro “Lunar Strain”, segna l’inizio della continua evoluzione del sound della band di Stoccolma, in quanto si passa dal seminale black/death degli esordi arricchito da inserti folk e melodici al vero e proprio death melodico svedese, connotato da quel suono violento e potente inventato dagli At the Gates di “Slaughter of the Soul” e da partiture melodiche catchy e accattivanti. Grazie all’uscita di dischi quali “The Jester Race”, il successivo “Whoracle” ed il contemporaneo “The Gallery” dei cugini Dark Tranquillity questo genere conoscerà per tutta la seconda metà degli anni ’90 un enorme successo e consentirà agli In Flames di divenire una delle realtà musicali più apprezzate ed innovative del panorama metal europeo.

Track list:
1) Moonshield
2) The Jester’s Dance
3) Artifacts Of The Black Rain
4) Graveland
5) Lord Hypnos
6) Dead Eternity
7) The Jester Race
8) December Flower
9) Wayfaerer
10) Dead God in Me

Marco Cramarossa
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild