Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Icewind
:: Icewind - Again Came The Storm - (Metalodic Records – 2010)
Insieme alla pregevole issue del debutto degli Instanzia, la Metalodic Records pubblica il disco di un’altra band canadese, gli Icewind. Anche loro dal Quebec, benché non siano proprio di primo pelo, avendo all’attivo il debutto del 2004 “All is Dust”. Il combo franco-canadese è autore di un power metal molto attento alla ricerca melodica e a volte sconfinante nel glam, per quanto le frequenti concessioni alle orecchie più delicate siano in qualche modo bilanciate da una produzione che privilegia un sound di chitarra muscolare, nello stile delle più recenti uscite in ambito metal.
La miscela che ne risulta non sempre ha una sua efficacia, anche per via di un uso eccessivo della doppia cassa su passaggi che avrebbero forse bisogno di una maggiore delicatezza, e sui quali appaiono inserti di pianoforte spesso inutilmente tronfi e ridondanti. Probabilmente il mio giudizio non proprio entusiastico dipende dal poco magnetismo esercitato dalla voce di Gab Langelier, dotato di buona estensione vocale ma con una timbrica che non si discosta più di tanto dagli stilemi del genere. Alle volte, proprio le linee vocali portano ad accostare il combo agli Angra, altra band per la quale non ho avuto troppa affezione ma che condivide con gli Icewind la passione per un suono potente in un contesto melodico. Tali influenze sono ben evidenti sin dall’opener “Signs of Temptation”, in cui il drumming preciso di Alex Dubé fa da contorno a scelte chitarristiche che cercano di creare partiture diverse dai classici del genere, con risultati alterni. Siamo sull’ultraclassico con “Blood Stained History”, brano con doppia cassa a manetta e rifferama epico, ma con una linea vocale sin troppo delicata e “evanescente” in un contesto simile. Tastiere quasi gothic doppiano l’intro di “My Glorious Burden”, caratterizzata da un bridge che paga tributo alla scena power italiana, della quale il pubblico canadese si conferma grande estimatore. “The Last March” si apre con un intermezzo di voce e piano, prima di imboccare la strada del power sostenuto, e bisogna attendere la conclusiva title-track perché gli Icewind tornino ad indulgere sulla melodia al 100%, con un duetto di voce e chitarra subito sottolineato dall’immancabile sezione ritmica. Altri episodi degni di nota sono il riffing ribassato di “The Happening”, episodio cadenzato e oscuro posto al centro del disco, e la semisuite “Hymn For A Brighter Dawn”, in cui la band tenta l’approccio descrittivo, con buoni risultati. In definitiva, mi sento di esprimere un giudizio che non va troppo oltre la sufficienza anche per l’abuso di soluzioni e cliché quali gli inserti di piano: se la band si fosse concentrata sulla potenza, lasciando la ricerca sonora a quegli episodi in cui essa meglio si adatta, forse quest’album risulterebbe più interessante e lascerebbe un segno diverso.
Voto: 6,5/10
Francesco Faniello
Contact:
www.myspace.com/icewindmetal
www.icewind.ca
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild