Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - I Compagni di Baal
:: I Compagni di Baal - I compagni di Baal - (Jolly Records/Masterpiece 2012)
Tra l’Italia e un certo tipo di rock, quello progressivo, esiste un forte legame dagli anni ‘70 e questo rapporto viene ancora mantenuto attraverso il lavoro di vari gruppi tra cui i Compagni di Baal.
In questo disco però non troverete solo il rock nella sua forma progressiva ma anche elementi appartenenti al metal, al doom e all’hard rock e se inizialmente la cosa potrà spaventarvi vi consiglio di lasciare da parte le paure e dedicare il vostro tempo a quest’album.
Personalmente ho trovato l’album diviso in due parti; nella prima troviamo “R.i.p”, “L’orrore che abita in me” e “Oltre la luna” dove la chitarra di Daniele Carnali si divide tra ritmiche e assoli che rimandano all’heavy metal e all’hard rock e le tastiere suonate in tutto l’album da Stefan Secli tastierista dell’Impero delle ombre (altro gruppo che vi consiglio di ascoltare) graffiano con accompagnamenti e melodie d’organo Hammond di stampo settantiano.
Con “Tra potere e libertà” si arriva alla seconda parte dell’album, musicalmente più complessa, che riserva alcune sorprese. Il brano “Potere e libertà” dal primo minuto in poi appoggia il suo svolgimento su un andamento “jazzato”, e con “Nell’oscurità” dopo una sezione tra l’hard rock e il progressive, un assolo di moog e passaggi all’unisono di chitarra e tastiera arriviamo a una parte acustica che lancia un assolo di fisarmonica, per poi lasciare la conclusione del brano a un assolo di chitarra. “Sepolto sotto un cielo” si divide tra momenti di calma e momenti di tempesta e contiene a mio parere la migliore interpretazione del cantante Luca Finaurini all’interno dell’album.
Chiude l’album “La danza del sangue”, brano che riassume tutte le caratteristiche della musica de I Compagni di Baal. Da sottolineare l’ottima prestazione di Giovanni Cardellino, cantante dell’Impero delle Ombre, in “R.i.p” e nel brano “Nell’oscurità”.
Voto: 7/10
Enrico Cazzola

Contact:
www.myspace.com/icompagnidibaal
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild