Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Hyrgal
:: Hyrgal - Serpentine - (Les Acteurs De L’Ombre - 2018)
Hyrgal è una nuova band francese, formata dal chitarrista Clément Flandrois (qui anche cantante), già “noto” come chitarrista degli Svart Crown; e “Serpentine” è il loro primo disco. Nonostante la band sia nata in origine nel 2007, per vari cambi di line-up (come spesso accade!) Clément era stato sinora costretto a “rimandare” questo nuovo progetto. In ogni modo, il sound proposto è profondamente radicato nell’arte oscura e nelle sue espressioni; La band francese si muove in territori “atmospheric black metal” ed è consapevole di non inventare nulla, ma di suonare con passione (cantando in lingua madre); il sound è violento e rigido, la voce di Clément è disumana e disperata, ed è accompagnata da riff possenti e ritmiche intense. Le atmosfere, nonostante l’oscurità e la decadenza, si muovono tra emozioni forti e malinconiche. Sette tracce di black metal atmosferico e monolitico, dove l’apertura spetta a “L’Appel”, seguita da “Mouroir”, “Till”, “Représailles”, “Aux Diktats De L’Instinct”, “Rite” e la conclusiva “Etrusca Disciplina”. I brani sembrano lasciarsi influenzare dall’oscuro fascino dei paesaggi alpini, dai paesaggi monotoni e tranquilli di montagne innevate e frenetiche chitarre che si dipingono di nero, anche grazie alle voci urlate, che si sviluppano brano dopo brano. L’album scorre tranquillamente, nonostante il genere proposto… e la voglia di premere nuovamente “play” è palese, perché “Serpentine” è davvero un buon disco! Complimenti alla LADLO per l’ennesimo centro… e voi, amanti oscuri di queste sonorità, accorrete a supportare questa band francese, merita! Le parole non sostituiranno mai la musica, e la cosa migliore per voi è decidere di ascoltare questo disco. Verrete sicuramente “toccati”, come lo sono stato io, da tanta energia; da una forza primitiva, quasi istintiva, che ti colpisce dritto in faccia come uno tsunami… e ancora, con una dualità tra il dilagare di parti melodiche (pur sempre oscure) e un black metal privo di artifici, che va scuotendo la fragile struttura umana. Noi di Raw & Wild ve lo consigliamo!
Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/Hyrgal
hyrgal.bandcamp.com
<<< indietro


   
Pizdamati
"La Mia Vita"
Hyrgal
"Serpentine"
Fakir Thongs
"Lupex"
Gualty
"Transistor"
Necrodeath
"The Age Of Dead Christ"
Paradise Lost
"Believe In Nothing (remixed-remastered)"
Virtual Time
"From The Roots To A Folded Sky"
The Night Flight Orchestra
"Sometimes The World Ain’t Enough"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild