Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Humandegrade
:: Humandegrade - Forced Depression - (C.M. Releases - 2014)
La sbornia del revival thrash è passata da un pezzo, le etichette ora puntano sul ritrovato hard rock, però c’è gente che certe sonorità le ha proposte prima che le mode le imponessero e, per questo, continua a presentarle nonostante tutto. Tra questi c’è Cristian Mustaine, padre/padrone dei Blood Thirsty Demons. Chi ha seguito negli anni le vicende di questi ultimi, saprà come a un certo punto le influenze thrash siano andate ad arricchire la base horror metal che da sempre ha caratterizzato il loro sound. Questo processo però nell’ultimo Reborn s’è interrotto parzialmente, tornando a un suono più vicino a quello degli esordi, probabilmente perché le pulsioni thrash del leader sono state appagate da questo nuovo progetto Humandegrade. Se il nome d’arte del fondatore riporta subito ai Megadeth, la verità è un’altra, gli Humandegrade ricordano più gli Annihilator, per tutta una serie motivi musicali e attitudinali. Difficile non individuare alcune somiglianze con il gruppo canadese post Set The World On Fire, periodo in cui Jeff Walker faceva tutto da solo o quasi. Cosa che accade anche in questo Forced Depression: se si escludono le parti vocali ad appannaggio di Andrea Lobbia, il resto è suonato tutto da Cristian. Il sound, oltre che richiamare quello degli autori di Alice In Hell, riporta alla mente i Megadeth, gli Exodus e tutta la scena di San Francisco, con qualche capatina nello speed veloce, tecnico ed abrasivo. Dei richiami al sound degli Slayer o a quello che ai miei tempi veniva definito black metal (Possessed, Celtic Frost, Sodom e Sarcofago) spuntano in alcune partiture, ma è poca cosa. Un disco non innovativo, ma questo credo che sia voluto, che regala un sano intrattenimento agli amanti del thrash di una volta, quello selvaggio e non patinato.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/HumanDegrade
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild