Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Hot Water Discovery
:: Hot Water Discovery - Urban Faith - (Autoprodotto – 2009)
Sento in giro che nella storia della musica tutto ormai sembra essere stato detto, persino un grande come Ennio Morricone ha dichiarato che le note sono sette e che i plagi sono plausibili. Mi permetto di dissentire, le note saranno pure sette ma esistono varie estensioni e timbri, considerando poi che esistono varie famiglie di strumenti e che le moderne tecnologie ne sfornano sempre di nuovi, e che ormai anche suoni e rumori vengono usati da diversi artisti sono convinto che la musica sia infinita. Questo però non vuol dire che ogni nuova proposta debba essere totalmente innovativa rispetto a quello che aleggia nell’aria, ognuno ha le proprie icone da rispettare.
Lo sanno bene gli Hot Water Discovery da Bari, e il loro monicker non lascia dubbi. La band, un sestetto bello corposo vede Lecter a sputare rabbia nel microfono, Vega e Big Alb a squarciare l’aria con le distorsioni delle loro chitarre, khaosbass a pompare i bassi, Paul a scandire le ritmiche e Asat a scratchare sui piatti.
Questi sei squilibrati cresciuti a pane, birra, Slipknot e Lamb of God propongono un buon mix tra queste due band e il loro numetal-core dipana ani a dismisura. Per questo prima di partire con l’ascolto di questa loro prima demo, dal titolo “Urban Faith”, vi consiglio di mettere al riparo tutti gli oggetti fragili perché la carica e l’energia che riesce a trasmettere la band è incontrollabile. Preso dall’enfasi mi sono trovato a cimentarmi in un rovinoso bed-diving, collassando sul comodino.
Il Demo si apre con un’intro che insieme alla copertina, una putrida città dove i nostri sei armati fino ai denti si guadagnano il rispetto, curata da Giovanni Bellezza aka T3NCh1 rappresentano al meglio il titolo del CD. Si prosegue con “Fucking Underground”, primo brano dove secondo me è presente l’unica pecca dell’intero lavoro, un ritornello che ripropone uno slogan scontato e super abusato dai maggiori esponenti del genere come Max Cavallera, Corey Taylor e Serj Tankian.
Si prosegue con “Brotherhood” dove la voce stupisce per la potenza e per l’assenza di ausili digitali, che ultimamente tendono a stravolgere le reali capacità di un cantante. Nel brano successivo “Scars” sale in cattedra Asat con le sue abilità arricchendo ancora di più il sound della band. L’ultimo brano “Scream Crack” e l’outro chiudono alla grande la demo.
Se nel lavoro in studio l’impatto è estremamente distruttivo, provate ad immaginare cosa possa succedere in una loro esibizione live… io l’ho provato sulla mia pelle e con le mie ossa!
Jetraxim

Contact
www.myspace.com/hotwaterdiscoveryband
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild