Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Harvest Bell
:: Harvest Bell - Wheel Of Foretaste - (Bloodock Records - 2014)
È tutta colpa mia, l’ammetto. Per non farmi condizionare, prima di recensire inserisco nel lettore i cd delle band che non conosco senza informarmi. Solo dopo il primo ascolto vado a rileggermi le note promozionali. Questa tecnica, che dovrebbe evitare giudizi falsati, può rilevare delle sorprese. Magari sei lì che ascolti l’album con un sorriso ebete ed esaltato ed ha un certo punto, all’apice del tuo godimento, ti ritrovi a dire: questo pezzo l’ho già sentito. Guardi lo stero e scopri che il cd è ricominciato, perché sul dischetto erano incisi solo tre brani! Questo è più o meno quello che mi è capitato con questi stupefacenti Harvest Bell e il loro Wheel Of Foretaste, album che mi ha da un verso esaltato e dall’altro depresso. Troppo bello ma troppo corto. I tre brani (“Salutation”, “Afterglow”, “Too Hard A Habit”), si rifanno apertamente alla tradizione doom settantiana, riff di scuola Pentagram e, ovviamente, Black Sabbath. Il sound grasso e ipnotico fonde al meglio gli incubi di Ozzy e compagni e i sogni dei freakkettoni d’oltreoceano. Però “Salutation” mi ha fatto correre i brividi lungo la schiena perché m’ha ricordato un album che adoro, l’esordio solista di Mr Steve Sylvester. Ok, gli ingredienti base sono gli stessi, ma non è detto che mischiandoli tutti siano capaci di creare la stessa atmosfera magica. Questi ragazzi di Turku, attivi sin dal 2006, però ci riescono (merito anche dell’ugola di Jussi Helle). “Afterglow” è una semiballad maledetta, su cui si staglia ancora una volta l’ombra del vampiro nostrano. “Too Hard A Habit” è più incazzata, il doom è sporcato con lo stoner, ma l’efficacia resta intatta! Normalmente non esprimo giudizi su album così corti, soprattutto se si tratta di una band che non conosco e per la quale non ho dei termini di paragone. Ma in questo caso come posso esimermi da promuovere a pieno gli HB? Non posso, non posso proprio…
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella


Contact
www.facebook.com/harvestbell
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild