Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Harakiri For The Sky
:: Harakiri For The Sky - Aokigahara - (Art of Propaganda - 2014)
Oggi è domenica 27 aprile e finalmente c’è stata la canonizzazione di papa Roncalli e papa Wojtyla e il mio cuore e pregno di gioia, perché da oggi avrò altri due Santi in più da bestemmiare all’interno della mia inutile quanto mai assurda esistenza (ma probabilmente quando leggerete questa recensione saranno passate settimane se non mesi da questo infausto e baldanzoso evento). Ma sono felice anche perché mi sto totalmente ingrifando e divertendo con questo simpatico dischetto che gli austriaci Harakiri For The Sky hanno fatto fiondare nel mio sempre più colmo HD, a mo’ di spedizione punitiva! Nella bio i nostri ci vengono proposti come una giovane “black metal/post rock band”, ma purtroppo per noi tutti si tratta di una sorta di remix delle canzoni di Gabri Ponte con la voce cattiva. Questa musica è perfetta per le discoteche rock (sì, quelle noiose pseudo balere senza droga con vergognosi bamboccioni capelloni di 30 anni che si dimenano)! Durante l’ascolto sono letteralmente passato fisicamente da un ondeggiamento destra/sinistra che mi ha fatto sentire uno di quei personaggi delle serie americane con la maglia a righe, fino ad una vera e propria coreografia alla Raffaella Carrà sul secondo brano “Jhator”, dove si possono sentire giri di chitarra degni dei Teletubbies. Sì, lo so che scrivo uno sproloquio di troiate, ma che devo dirvi? Questi ragazzi nel tentativo di fare una sorta di post-black qualcosa, sono sfociati nel più becero emo-metal core della peggior specie... e poi sono proprio da ballare! Avete presente la sensazione che avvertite quando parte la batteria, sulla versione di “Horrible Eyes” del ‘79 dei Death SS?? Ecco quella sensazione danzereccia alla Raul Casadei accompagna tutto Aokigahara, dalla prima all\'ultima nota. Non vi nego che se un giorno arriverò in un posto di potere, gli Harakiri For The Sky saranno sicuramente nella lista della prima ondata di deportazioni di massa a cui andrà incontro il nostro continente! Ma non perché questo disco non abbia un suo perché, ma semplicemente perché quel perché è un perché dannoso per la nostra musica preferita. Funziona tutto in questo disco, tranne i presupposti, quelli sono sbagliati! Ordunque vi saluto cari amici. Ci si becca nella prossima recensione, sempre ad opera del vostro affezionatissimo e disturbatissimo recensore preferito.
Voto: SV
Simone Laviola

Contact
www.art-of-propaganda.de
www.facebook.com/HarakiriForTheSky
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild