Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Guruzsmàs
:: Guruzsmàs - Ust a Griz Felett - (Autoprodotto - 2016)
Cosa succede se il psych rock incontra il metal? Invece di darvi una risposta, vi consiglio di inserire “Ust a Griz Felett” nel vostro lettore (vi giuro che non è barese) e ne saprete qualcosa; questo disco, partorito da uno sconosciuto quartetto ungherese, vi proietterà in una dimensione davvero surreale, ma molto piacevole! La musica di questi ragazzi ha anche un qualcosa di mistico, e lo si percepisce sia dalle influenze folkeggianti sia dall’effetto psichedelico che le chitarre e la batteria conferiscono ai singoli brani – un disco davvero eccezionale, credetemi! I brani hanno il doppio titolo, o meglio… sono scritti sia in ungherese e sia in inglese, sono brani interamente strumentali e come scrivevo qualche riga sopra, fondono la natura psych rock con la tipica energia punky e varie sfumature post metal. “Ust a Griz Felett” è un disco molto sperimentale, che va ascoltato più e più volte, per apprezzarne le sfumature e le influenze – ma è un percorso eccitante, che non vi deluderà. Non ho un brano da menzionare, perché è un disco così bello che mi ha sedotto e credo che per un po’ girerà all’interno del mio lettore! Ah dimenticavo, anche le ritmiche sfrenate sono coinvolgenti… in alcune tracce, sembra di ascoltare i System of the Down sotto effetto di acidi o altre sostanze allucinogene; allucinazioni dovute anche dalle chitarre acide, che trasudano tutto quello che ho già scritto. Una delle recensioni più facili che io abbia mai scritto: già, è proprio così! Si scrive tutta da sola e con facilità; è uno di quei dischi che devi solo comprare e ascoltare! Una (sola e) piccola precisazione, non ho mai parlato di originalità, bensì di disco eccitante – ed è quello che ci vuole, per scacciare la monotonia del mercato discografico.
Voto: 8,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/guruzsmas
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild