Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Groud zero
:: Groud zero - The zero hour - (Autoprodotto)
Con una devastante sferzata di freschezza e di emozionante thrash-death metal melodico rifinito con il giusto tocco di inserti elettronici ed accattivanti rifiniture ritmiche, I Ground zero, formazione italica originaria della provincia di cuneo, annuncia la sua presenza sulle scene del metal suonato lasciandosi apprezzare si per la ottima produzione dei 3 pezzi della demo che per l’originalità delle composizioni.
L’ispirazione è di matrice svedese dove In flames e dark tranquillity hanno dettato i canoni di un genere dove inizia a diventare difficile riuscire a tenersi lontani dall’emulazione cosa che i GZ hanno saputo ben evitare sfruttando linee vocali molto personali ed alcuni accenni ritmici al glam/rock che di sicuro hanno accentuato la singolarità della release,
“the zero hour” apre con “core dead” pezzo letale dove il tagliente e preciso Growl/scream del cantato misto agli essenziali inserti elettronici ed al riffing diretto e veloce, esprime al meglio le potenzialità della band.
Con trame sintetiche ad evolvere una composizione irrazionale ma mai fuori dalle righe, si lascia ascoltare “my darkest destre” secondo brano della demo.
A chiudere la demo “backstabber” brano diretto, veloce ed essenziale carico di grinta e piacevolissimo da canticchiare in macchina mentre la strada corre.
A confezionare il tutto una grafica curata ed un artwork originale ad avvalorare un lavoro che potrebbe essere il trampolino di lancio di una band che ha saputo caratterizzarsi per l’utilizzo di ritrovati stilistici già esistenti in modo creativo e personale senza mai eccedere nel già sentito.

Godofhellfire
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild