Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Grimgotts
:: Grimgotts - Lions of the Sea - (Stormspell Records - 2017)
Dal Regno Unito (e con qualche anno di ritardo), arrivano i Grimgotts con Lions of the Sea, un nuovo (l’ennesimo, per essere sinceri) album di Symphonic Power Metal... l’etichetta dice: “per i primi fan di Dragonforce, Heavenly, Power Quest, Labyrinth. Twilight Force, etc.”, aggiungendo “questo album è adatto solo a persone in grado di scoprire e abbracciare il loro bambino interiore… i babbani dovrebbero stare alla larga, ascoltando qualcos’altro!”. Beh, dopo le prime note… e dopo aver letto questo “pensiero”, sono tentato di ascoltare altro, giuro! Ma il dovere mi chiama, e vi scriverò qualcosa. La musica dei Grimgotts è basata sulla storia di Harry Potter, e Lions of the Sea è il loro disco di debutto, che giunge dopo il terzo EP della band, dal titolo Part Man, Part Beast, Part Dragon. Il disco è pubblicato dall’etichetta indipendente americana Stormspell Records e a differenza degli EP, più incentrati sul tema di Harry Potter, si ispira chiaramente al pezzo omonimo dei Running Wild e cerca di raccontare con fantasia di magia e di avventure in alto mare. Beh, ad essere sincero... a parte qualche riff, questo disco non aggiunge e non toglie a tutto quello che abbiamo già ascoltato (nemmeno quando il cantante canta in growl su Golden Shores): il pirate metal, già ascoltato; il symphonic metal, già ascoltato; il gay metal, già ascoltato (e qui, siamo più su questa falsariga)… diciamolo, è un album che può divertire chi vive di queste sonorità, di brani orecchiabili e cori facili. In Jonah, mi hanno ricordato i mai troppo lodati Drakkar (band power metal made in Italy): ascoltate e proferite, ho torto o ragione? Cos’altro aggiungere… beh, niente! Nel complesso, l’album è un debutto “divertente” per i Grimgotts e spero che anche dal vivo si divertano e facciano divertire; perché, ripeto, questo non è certo un lavoro che ricorderemo tra un anno o un decennio che dir si voglia. Però, però... voglio consigliarlo solo, e ripeto (e sottolineo) SOLO, a chi vive di queste sonorità. Per il resto (come ci viene peraltro suggerito), c’è altro… e c’è di meglio. Spiace per la Stormspell, ma preferisco bocciare con un “senza voto” questo disco; in giro, c’è davvero di meglio!
Voto: SV
Giovanni Clemente

Contact
grimgotts.bandcamp.com
<<< indietro


   
Wyatt Earp
"Wyatt Earp"
Finister
"Please, Take your Time"
Magar
"Capolinea"
Akroterion
"Decay Of Civilization"
Zippo
"Ode To Maximum (reissue)"
Nevrorea
"Diva"
Albert Marshall
"Speakeasy"
Enio Nicolini
"Live Heavy Sharing Vinile Release"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild