Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Gory Blister
:: Gory Blister - The Fifth Fury - (Sliptrick Records - 2014)
I Gory Blister sono uno di quei nomi che hanno sempre suscitato rispetto nel sottoscritto, anche prima di ascoltare una singola nota dei loro numerosi dischi, EP e demo. Il motivo è molto semplice, e risiede nel fatto che gli anni ‘90 saranno ricordati come l’ultimo baluardo dell’analogico nel mondo musicale (sebbene i big iniziavano già da allora ad avere una fanbase sul web), tanto da rispettare una progressione poi sballata dall’avvento massiccio di Internet in tutte le case: prima leggevi di una band su una fanzine, su un magazine, su un pezzo di carta, poi eventualmente te ne procuravi il materiale. La fanzine in questione era la pugliese Pluvia Metalli, che dedicava un ampio articolo a questa promettente band tarantina e al suo EP di esordio “Cognitive Sinergy”; va da sé che nel movimento death metal tricolore il combo guidato da Joe Laviola (parente del nostro Simone? Sembra di sì, alla lontana…) si collocasse all’interno della frangia più tecnica, affiancando nomi di indiscusso valore come Electrocution e Glacial Fear, con in più quel tocco “in your face” che ne avvicinava l’assalto sonoro al thrash/death dei Sepultura oltre che ai vari Death e Morbid Angel di ordinanza. Da allora, di acqua ne è passata sotto i ponti: i Gory Blister si sono trasferiti a Milano, hanno sfornato cinque dischi, vantano collaborazioni con Karl Sanders dei Nile, concerti di supporto ad Entombed, Sinister, Obituary, e in generale una storia di tutto rispetto che forse non ha ancora ricevuto il dovuto riconoscimento. Ma parliamo di “The Fifth Fury”, ultimissimo lavoro del quartetto: trentacinque minuti di ottimo death metal tecnico infarcito di solos, cambi di tempo e quanto altro può fare la felicità di un deathster raffinato, senza però trascurare quella pristina vena thrasheggiante citata in apertura che oggi permette di accostare la band alla nitidezza sonora dei più recenti episodi di gruppi come Testament e Sodom. La classe non è acqua, e la maestria dimostrata dai Gory Blister è direttamente proporzionale all’esperienza accumulata nel tempo, senza dimenticare la grande importanza data al livello testuale, come testimoniato dalla recente intervista apparsa su queste pagine. Sin dall’opener “Psycho crave” troviamo quelle armonizzazioni di chitarra tipiche dell’operato di James Murphy (Testament e Konkhra, tanto per gradire) e che fanno capolino anche sulla successiva “Thresholds”, una track molto carcassiana ma con coeve influenze da parte del classico death floridiano, e con quelle sfuriate tipiche dei Grip Inc. del sommo Lombardo. Date le premesse, il pasto appare succulento, e così è: “Toxamine” ci restituisce l’ebbrezza provata all’ascolto di dischi come “Necroticism…” (l’argomento del testo aiuta) grazie ad un avvicendarsi di stili vocali memore della premiata ditta Walker/Steer, senza per questo tralasciare il gusto tipicamente italiano per il barocchismo arpeggiato e la ricerca atmosferica. O la title track, che mette in scena l’immaginario dialogo delle tre Erinni a cui si aggiungono Nemesi e la famigerata quinta furia, qui autoproclamatasi mastino degli inferi. Certo, gli episodi migliori sono collocati ad inizio tracklist, ma resta comunque da citare l’incedere vorticoso di “The grey machinery” poi diluito nella conclusiva outro strumentale “Heretic infected orchestra”, dalle atmosfere sospese ed agghiaccianti, e a questo punto è proprio il caso di dirlo: varrà proprio la pena che io mi documenti a fondo sui precedenti capitoli della discografia dei Gory Blister, con in mente l’assunto di partenza… con un nome come il loro si va sul sicuro!
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.goryblister.com
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild