Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Golem
:: Golem - Black Era - (Autoprodotto)
Un quartetto barese che suona egregiamente e propone sonorità personali, improntate nel death metal melodico. Le soluzioni adottate risaltano sin dall’opener “Ever Been to Hell”, incisive ed infarcite di melodia. La titletrack è diretta, ricorda i vecchi tempi di Friden e co., seguita “The Dark Passenger”, trasportante e grintosa. Perché bisogna affidarsi al mercato delle major blasonate per ascoltare grandi band che ripropongono sempre la stessa cosa, se l’underground è meglio? Mistero!
I Golem suonano bene e ascoltare “Metal Holocaust”, fa rivivere situazione ataviche come partiture classiche serrate, che nel mercato mancano da un po’ di tempo. Un lavoro d’impatto, supportato da una buona produzione e scandito da atmosfere riprese dal vecchio stampo dei gruppi capostipiti. “Murder God” e “Enemyself” si fanno spalla l’uno con l’altro per entrare nella mente dell’ascoltatore, con la voce del cantante che scandisce le atmosfere più melodiche e lente. Colpisce molto la personalità della band che, al loro primo full-lenght, è già ben definita. Non sbagliano un colpo.

Stefano De Vito

Contatti:
www.golemneverdies.it
info@golemneverdies.it
ottavio.m@tin.it
:: Golem - Death never dies - (Autoprodotto)
Non me ne vogliate se vi accorgerete che non ho mai recensito male un gruppo della Puglia ...ma tant\'è i Golem non sfuggono a questa mia abitudine, ascoltate Death Never Dies: F.E.N.O.M.E.N.A.L.E. !!!!!!!!!!
Bravi !!!
Violenza, Potenza, Tecnica, Personalità devo trovare qualche altro aggettivo per invogliarvi ad acquistatre un cd che, tra l\'altro, è registrato magistralmente ed è confezionato in modo professionale?
A livello compositivo li paragonerei ai Children of Bodom non solo per il sound ma soprattutto per i vari tipi di metal che si fondono osmoticamente assieme, regalandoci un grande cd.
Sia che vi piaccia il metal estremo, sia vi piaccia il power, sia che vi piaccia qualcosa che spinga all\'headbanging, i Golem sono la band per voi !!!

Contatti:
Nicola Esposito
Via E. De Nicola, 40
70010 Capurso (BA) ITALY
nigolem@libero.it
:: Golem - One Bullet Left - (Southern Brigade Records – 2011)
Nuovo album per i Golem, attivissima band barese giunta ormai a superare il giro di boa dei dieci anni di carriera. Questo “One Bullet Left” è composto da dodici tracks che mirano dritto a conseguire quello che è sempre stato uno degli obiettivi della band, la costruzione di linee vocali catchy su un tappeto tipicamente melodic death. Per la verità, in questo stadio dell’evoluzione sonora del combo grande spazio è dato agli inserti gothic favoriti dall’ampio uso di tastiere e programming, nonché alla componente di classic metal garantita da pregevoli solos e armonizzazioni di chitarra.
Si parte con la title-track, brano sorretto da un poderoso muro di chitarra ritmica subito doppiato da vocals energiche nella strofa, supportate da efficaci cori nel ritornello. La successiva “It’s a long night” mette subito in chiaro le coordinate del disco: programming in evidenza e una progressione continua verso un chorus di ampio respiro, per un brano che si avvicina molto alle coordinate sonore tracciate dagli In Flames di “Reroute to Remain”. A coronare il tutto la band inanella stacchi al fulmicotone che mettono senz’altro in evidenza il drumming del nuovo innesto Big Roger Ricco.
La svolta gothic emerge decisamente in “No Remorse”, con il suo incedere cadenzato e una linea vocale che richiama i Paradise Lost di epoca wave, e soprattutto in “The Dance Before”, costruita alla stregua di una hit eighties in salsa metal, grazie ad un sapiente avvicendamento tra le vocals graffianti di Matteo De Bellis e un coro ruffiano come solo quelli del grande decennio sapevano essere...
Le origini propriamente death dei Golem riaffiorano nelle ritmiche serrate di “Psycho Born”, nell’oscura “A Second Life”, con in evidenza l’ottima tecnica chitarristica di Ottavio Marzo, e nei fill modern metal di “We Say No!”; a conclusione del lavoro è posta l’energica “The Remain”, che ricorda un po’ “Clayman” degli In Flames nella struttura generale, senza che per questo il valore del brano sia minimamente inficiato. In definitiva, una band che sposta leggermente il proprio raggio di azione verso il punto di incontro tra death e goth-wave, un sentiero già seguito da più blasonati act svedesi, e che tira fuori un lavoro registrato ed eseguito con quella professionalità che è data dalla navigata esperienza live. Tuttavia, se proprio devo trovare un paio di nei, essi stanno proprio nell’uso eccessivo, a mio parere, di inserti di tastiera, in particolare all’inizio della maggior parte delle tracce. Tale scelta, sebbene sia il marchio di fabbrica del genere calcato, tende un po’ ad appiattire i dodici brani presenti in “One Bullet Left” spostando l’attenzione dell’ascoltatore su quella che è solo una delle componenti in cui il combo eccelle. Inoltre, non sopporto affatto la vocetta promozionale inserita ogni trenta secondi: sembra di sentire la pubblicità di “At War With Satan”… “VENOM! WELCOME TO HELL! VENOM! BLACK METAL! AND NOW… AT WAR WITH SATAN!” Aaaah, il buon Cronos: se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo!
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.golemneverdies.it
www.myspace.com/golemneverdies
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild