Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Gods of Sadness
:: Gods of Sadness - Frozen Memories - (Autoprodotto - 2013)
Il circuito black metal underground (dove per underground intendo non i gruppi che pubblicano 1000 copie di un disco ufficiale per un’etichetta, ma quello ancora più sotterraneo, fatto di demo-tape in 100 copie e one man band che fanno 3 pezzi su YouTube) è una strana bestia dal doppio volto. Da un lato si tratta niente più che di un incauto castigo divino, fatto di presunte banducole che, nell’ordine, fanno ridere, non sanno suonare (per non sapere suonare intendo proprio che le catechiste a messa sono più precise nell’esecuzione), fanno musica di merda che non dovrebbe esistere e si rifanno al solito immaginario fatto di face painting e pose nei boschi. Ma prima di passare al lato “migliore” dell\'underground, permettetemi di aprire una piccola parentesi riguardo a quest’ultimo punto. Dico io, già se ti trucchi in faccia e fai le photo session con criterio, ovvero con una sorta di gusto artistico e possibilmente con un tecnico della fotografia e un grafico (vedi le photo session degli ultimi Gorgoroth o di Nemesis Divina dei Satyricon) forse forse fai sempre ridere… ora figuriamoci se non fai pena quando ti trucchi con i pennarelli Giotto, ti metti addosso la pelliccia di gatto e la cartucciera di tuo zio che caccia i cinghiali, facendo linguacce e pose oscene nel parco sotto casa! Chiudiamo questo piccolo delirio e ritorniamo a noi. Il lato “migliore” dell’undergound black metal è quando dopo estenuanti ricerche fra gli sciocchi di cui sopra trovi una band come i Gods of Sadness, capaci di dare alla luce una piccola gemma come Frozen Memories. Si tratta di una ex-band di origini salernitane nata nel 1996, che ad oggi è composta unicamente da Tullio Carleo, il quale oltre ad occuparsi della batteria ha registrato egregiamente tutto il resto. Difatti sono rimasto molto stupito dalla perizia tecnica con cui gli strumenti sono stati registrati, vista la sempiterna presenza di perlomeno un’esecuzione scadente su uno degli strumenti quando si parla di one man band. Dal punto di vista delle sonorità, l’album è black metal sinfonico, con massicce dosi di tastiere che nonostante tutto vengono ben digerite da chi come me non ama particolarmente lo strumento, essendo molto ben equilibrate con le chitarre. Queste ultime, più che districarsi in fitte trame, accompagnano i tappeti di tastiere con tipiche galoppate stoppate di Immortaliana memoria, ma senza comunque mai dare la sensazione di essere una mera cornice a tutto il resto. Frozen Memories è suonato e arrangiato nel migliore dei modi. Se dovessi trovare un paragone l’unico sarebbe Nemesis Divina, ma non tanto per le sonorità, quanto piuttosto per l’atmosfera epica generale che pervade le intere tracce. Auguro a Tullio di riuscire a pubblicare Frozen Memories e auguro a tutti quelli che amano le sonorità sinfoniche di smetterla di comprare le schifezze degli ultimi Dimmu Borgir e di supportare questa band.
Voto: 7,5/10
Simone Laviola

Contact
godsofsadnessofficial.altervista.org
www.facebook.com/pages/Gods-Of-Sadness/539464042760763
<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild